Jump to content

RADUNO FERIOLO (VB) - 28/29 settembre 2019

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

Creazione piccolo stagno


  • Please log in to reply
10 risposte a questo topic

#1 Raganello

Raganello

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17 Post:
  • Tecnica: pesca a fondo
  • Provenienza: Campania

Postato 13 September 2015 - 19:41 PM

Spero sia la sezione giusta.

Ho intenzione di fare un piccolo stagno nel mio terreno, qualcosa intorno ai 25 mq. Non si tratta però del classico laghetto per carpe koi, vorrei piuttosto creare uno stagno semi-naturale, con piante e pesci selvatici  :-)

In particolare avrei bisogno di consigli sulla progettazione del bacino in funzione della vivibilità per i pesci che ci metterò e tenendo conto di alcuni parametri strutturali non modificabili per varie ragioni; essi sono:

 

- Profondità massima: 1 metro (non oltre)

- Volume al colmo: circa 20.000 litri (ma prevedo un calo di livello e di volume d'estate)

- Ricambio idrico: molto scarso

- Assenza di filtrazione artificiale (la filtrazione sarà affidata alle piante)

- Materiale impermeabilizzante: telo in PVC per laghetti (non posso usare cemento)

 

Il primo quesito è sulla forma, posso farlo ovale, circa  m 7x4 oppure più stretto e lungo, circa 2,5x12 tipo un canale in pratica; quale delle due forme è più adatta per la vita dei pesci?

 

Il secondo quesito riguarda la popolazione ittica: quali specie ci potrei mettere per far si che si crei un equilibrio abbastanza autonomo? Un po di mangime ce lo posso anche buttare di tanto in tanto e sicuramente almeno una volta all'anno farò una pulizia generale, ma preferirei un ecosistema il più indipendente possibile.

 

Per le piante sono un po più ferrato in materia e sicuramente non mancheranno ninfee, Pragmytes Australis e Typha Latifolia.

 

Grazie dei consigli che vorrete darmi  :D



#2 marco1956

marco1956

    Gold Member

  • Gold Member
  • 5111 Post:
  • LocalitàBudrio BO
  • Tecnica: surf paf bolognese
  • Provenienza: Budrio BO

Postato 13 September 2015 - 21:13 PM

Innanzi tutto vorrei farti notare che 28 metri cubi di terreno da spostare non sono pochi, si tratta di 45 tonnellate, se hai a disposizione mezzi meccanici importanti è fattibile, con badile e carriola direi di no, il telo impermeabilizzante può essere una soluzione ma non sempre è necessario bisogna vedere che terreno è, le piante assorbono le sostanze azotate dall'acqua e mantengono un certo ombreggiamento ma dovrai prevedere punti che contengano terreno per la radicazione, ti sconsiglio la pulizia annuale, meglio lasciar fare alla natura, nel substrato che si formerà sul fondo inizia la catena alimentare che sostiene tutta la fauna del laghetto, per i pesci occorrerebbe sapere alcune cose, a che altezza si trova il terreno? a 600 metri è diverso che a livello del mare, un consiglio però te lo posso dare, ripopola poco, non avere fretta, dai modo al lago di maturare, piccoli ciprinidi in genere sono indicati, predatori all'inizio assolutamente no


Ex moderatore molto poco moderato

#3 Raganello

Raganello

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17 Post:
  • Tecnica: pesca a fondo
  • Provenienza: Campania

Postato 13 September 2015 - 21:41 PM

Grazie della risposta  :-) giustamente vanno chiarite alcune cose:

 

- L'altitudine è 300 metri scarsi, clima tipicamente mediterraneo

- Lo scavo lo farò fare da una ruspa ovviamente, non ci penso nemmeno a mettermi pala in mano a togliere 45 tonnellate di terra  :D

- Il terreno purtroppo non è impermeabile quindi il telo è indispensabile

- Le ninfee saranno messe in grossi vasi (ad esempio dei mastelli da vino), le palustri, se riesco, farò delle "tasche" stesso nella forma del laghetto, sui bordi dato che vanno a 30-40 cm di profondità.

- Riguardo alla pulizia del fondo credo che una volta l'anno vada fatta altrimenti i sedimenti si accumulano e man mano mi riempiono lo stagno. Infatti dimenticavo che a causa della scarsità di acqua (il mio pozzo è magro e d'estate a volte secca del tutto) prevedo di creare una sorta di canale di scolo in una parte del terreno, che porterà acqua allo stagno quando piove; ovviamente insieme all'acqua anche una certa quantità di fango..... A proposito credete che questa del canale sia una buona idea?



#4 marco1956

marco1956

    Gold Member

  • Gold Member
  • 5111 Post:
  • LocalitàBudrio BO
  • Tecnica: surf paf bolognese
  • Provenienza: Budrio BO

Postato 13 September 2015 - 22:23 PM

Vai tranquillo i sedimenti organici si biodegradano e crescono di pochissimo, diverso il discorso se crei un immissario, in questo caso potresti portare nello stagno anche limo, se lo stagno è protetto da nifee anche solo parzialmente l'evaporazione non sarà troppa e rimarrà abbastanza acqua per tutta l'estate, i ogni caso è opportuno in fase di realizzazione prevedere un fondale con altezza degradante su un lato in modo che, anche quando il livello dell'acqua si abbassa, su un lato possa restare abbastanza acqua da permettere di mantenere in vita gli ospiti


Ex moderatore molto poco moderato

#5 Dantee

Dantee

    Cappottaro

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 665 Post:
  • Tecnica: Spinning (bass&pike)
  • Provenienza: Roma

Postato 14 September 2015 - 14:03 PM

Mi sta venendo una mezza idea di fare un mini stagno, che piante dovrei usare per "filtrare l'acqua"? serve molta manutenzione, va bene in un punto dove piove quindi al sole oppure sotto ad un albero?


Questo post è stato modificato da dantee_ante: 14 September 2015 - 14:04 PM

C&R

  Lo chiamavano dantee_ante :)
 


#6 Raganello

Raganello

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17 Post:
  • Tecnica: pesca a fondo
  • Provenienza: Campania

Postato 14 September 2015 - 16:17 PM

Vai tranquillo i sedimenti organici si biodegradano e crescono di pochissimo, diverso il discorso se crei un immissario, in questo caso potresti portare nello stagno anche limo, se lo stagno è protetto da nifee anche solo parzialmente l'evaporazione non sarà troppa e rimarrà abbastanza acqua per tutta l'estate, i ogni caso è opportuno in fase di realizzazione prevedere un fondale con altezza degradante su un lato in modo che, anche quando il livello dell'acqua si abbassa, su un lato possa restare abbastanza acqua da permettere di mantenere in vita gli ospiti

 

Se non facessi il canale ho paura che d'estate l'acqua cala troppo; di certo non secca tutto, ma un 50% d'acqua credo la perda, non sarebbe un problema per i pesci? Considerando anche il contemporaneo aumento di temperatura e diminuzione di ossigeno disciolto...... Col canale ogni acquazzone che fa recupero parecchia acqua  ;)

 

Sui pesci, come inizio concordo con solo ciprinidi; va bene qualunque specie? Poi l'anno dopo potrei mettere dei pesci gatto?



#7 Raganello

Raganello

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17 Post:
  • Tecnica: pesca a fondo
  • Provenienza: Campania

Postato 14 September 2015 - 16:34 PM

dante le migliori piante per la fitodepurazione sono quelle che ho scritto nel primo messaggio: Pragmytes Australis e Typha; sulla posizione meglio parzialmente all'ombra ma non proprio sotto all'albero, altrimenti si riempie di foglie  ;)



#8 Pescaduret

Pescaduret

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1244 Post:
  • Tecnica: Spinning & guests
  • Provenienza: bassa modenese

Postato 14 September 2015 - 19:10 PM

Vorrei dire una cosa a tutela di Raganello. Prima di fare qualsiasi cosa informati non bene,MEGLIO, sui permessi etc... che occorrono per fare il laghetto anche se privato,e rispetta tutto alla lettera. Lo dico con veemenza perché mi è successo di vedere un conoscente che aveva fatto un laghetto dietro casa,sulla sua proprietà ma che non era del tutto a posto con le "scartoffie". Risultato fu che ricevette la visita della Municipale e il laghetto già bello e pronto per accogliere i pesci (impermeabilizzato,con l'acqua,depuratore etc...) lo dovette interrare in pochi giorni a sue spese. 



#9 Raganello

Raganello

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17 Post:
  • Tecnica: pesca a fondo
  • Provenienza: Campania

Postato 14 September 2015 - 20:12 PM

Vorrei dire una cosa a tutela di Raganello. Prima di fare qualsiasi cosa informati non bene,MEGLIO, sui permessi etc... che occorrono per fare il laghetto anche se privato,e rispetta tutto alla lettera. Lo dico con veemenza perché mi è successo di vedere un conoscente che aveva fatto un laghetto dietro casa,sulla sua proprietà ma che non era del tutto a posto con le "scartoffie". Risultato fu che ricevette la visita della Municipale e il laghetto già bello e pronto per accogliere i pesci (impermeabilizzato,con l'acqua,depuratore etc...) lo dovette interrare in pochi giorni a sue spese. 

 

Ciao, grazie per il consiglio; quanto era grande il laghetto del tuo conoscente e con che era impermeabilizzato? Io nei limiti del possibile mi sono già informato, e dico nei limiti del possibile perchè non è facile avere risposte certe visto che i regolamenti locali non prevedono questo tipo di strutture (almeno dalle mie parti), la cosa che più vi si avvicina è un bacino di stoccaggio ad uso irriguo

 

Mi è stato detto che si possono fare sbancamenti di terra per massimo 1 metro senza richiedere permessi (ecco il perchè della profondità limitata) ma solo per scopi agricoli (quindi niente cemento); mi hanno anche detto che il telo lo posso mettere dato che è facilmente rimovibile; l'ultimo inghippo è sulla proliferazione delle larve di zanzara: io l'ho spiegato che coi pesci dentro non ci saranno invasioni ma da quest'orecchio non ci sentono e se qualcuno si lamenta mi potrebbero anche costringere a richiuderlo, però va considerato che le case stanno a più di 100 m dal mio terreno quindi spero mi facciano stare tranquillo.



#10 Pescaduret

Pescaduret

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1244 Post:
  • Tecnica: Spinning & guests
  • Provenienza: bassa modenese

Postato 15 September 2015 - 06:58 AM

Ciao, grazie per il consiglio; quanto era grande il laghetto del tuo conoscente e con che era impermeabilizzato? Io nei limiti del possibile mi sono già informato, e dico nei limiti del possibile perchè non è facile avere risposte certe visto che i regolamenti locali non prevedono questo tipo di strutture (almeno dalle mie parti), la cosa che più vi si avvicina è un bacino di stoccaggio ad uso irriguo

 

Mi è stato detto che si possono fare sbancamenti di terra per massimo 1 metro senza richiedere permessi (ecco il perchè della profondità limitata) ma solo per scopi agricoli (quindi niente cemento); mi hanno anche detto che il telo lo posso mettere dato che è facilmente rimovibile; l'ultimo inghippo è sulla proliferazione delle larve di zanzara: io l'ho spiegato che coi pesci dentro non ci saranno invasioni ma da quest'orecchio non ci sentono e se qualcuno si lamenta mi potrebbero anche costringere a richiuderlo, però va considerato che le case stanno a più di 100 m dal mio terreno quindi spero mi facciano stare tranquillo.

Grandezza alla fine molto limitata,un cerchio con diametro circa (a ricordo) una decina di metri,con profondità fino a 2 metri. Per l'impermeabilizzazione non credo ce ne fosse statto bisogno;la terra dalle mie parti è terra di palude quindi argillosissima,quindi facilmente impermeabile di suo. 



#11 Raganello

Raganello

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17 Post:
  • Tecnica: pesca a fondo
  • Provenienza: Campania

Postato 15 September 2015 - 15:35 PM

Forse il problema era proprio nella profondità eccessiva, a me infatti hanno sottolineato più volte il fatto di non scavare più di 1 metro, altrimenti ci voleva il permesso e soprattutto bisogna capire poi il permesso per cosa, dato che uno stagno non è previsto dai regolamenti...

 

Comunque a me sarà una cosa più limitata, sui 25 mq. Riguardo alla forma è meglio ovale o più stretto e lungo? Secondo me ogni cosa ha i suoi pro e imsuoi contro: quello ovale ha il vantaggio di una maggior superficie a contatto con l'aria e quindi una migliore ossigenazione (ricordo che non userò pompe) però l'evaporazione sarà di più; quello stretto e lungo avrebbe vantaggi e svantaggi invertiti. Quale forma è meglio dunque?  :?:




0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi