Jump to content

REPORT Raduno Feriolo - 28/29 settembre 2019

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

iniziare a spinning in torrente


  • Please log in to reply
24 risposte a questo topic

#1 linuz

linuz

    Admin

  • Amministratori
  • 15114 Post:
  • LocalitàLago Maggiore - Stresa
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: Torino
  • Anno di nascita:1978

Postato 22 September 2008 - 19:21 PM

Io non posso dire di essere un pescatore esperto, tutt'altro, ma qualcosina sullo spinning in torrente penso di averlo capito.
E siccome quando ho iniziato avevo più dubbi che certezze (...ne ho tanti ancora adesso, ma finalmente inizio ad avere anche qualche certezza!) ho pensato che potesse essere utile dire due parole a chi ha intenzione di iniziare a pescare con esche artificiali nei torrenti.

Una premessa:
Vorrei iniziare con una classificazione degli ambienti: spesso si usa iltermine "torrente" tanto per il riale di montagna quanto per il torrentone pedemontano, nonostante si tratti di ambienti completamente diversi.
Io parlerò di "riale" per indicare un corso d'acqua dalla portata limitata e con una pendenza spesso sostenuta, caratterizzato da fondale roccioso e piccole buche. E' il regno incontrastato delle trote fario, che non raggiungono mai taglie notevoli a causa dell'ambiente ristretto e della scarsità di cibo.
Poi c'è il "torrente montano"vero e proprio, ancora caratterizzato da notevoli pendenze, salti e buche importanti, e corrente più o meno sostenuta a seconda delle piogge che ne modificano la portata d'acqua. E' ancora il regno della fario, ma vi si possono adattare le iridee d'immissione, e vi si trovano anche salmerini.
Quando il letto si allarga, la pendenza cala e il fondo sassoso lascia spazio a fondali sabbiosi, fangosi o ciottolosi, e grazie all'apporto degli affluenti aumenta anche la portata d'acqua, si inizia a parlare di "torrente di fondovalle". Qui si iniziano a incontrare anche le marmorate, mentre non si trovano più i salmerini. Nell'ultimo tratto del torrente pedemontano anche le fario diventano delle rarità e si cominciano a incontrare diversi ciprinidi.
Come è evidente ciascuno di questi ambienti necessita di un approccio diverso, che tenterò di illustrare qui di seguito.


Lo spinning nei riali:

295_1.jpg

In questo tipo di ambiente, così come nel torrente montano, è necessario dotarsi innanzitutto di due cose: piedi e polmoni buoni!
Qui le trote vanno cercate nelle loro zone di caccia, e spesso dopo uno o due lanci andati a vuoto è necessario cambiare zona. Le trote di questi ambienti sono ultra sospettose, e non appena percepiscono la nostra presenza si vanno a rintanare sotto un masso.
Se avete il primo requisito siete pronti a mettere gli "abiti da lavoro". Ovviamente dimenticate i colori sgargianti, il mimetismo è fondamentale. Attenzione però: non serve a nulla vestirsi come Rambo e poi parlare avoce alta e fare rumore ad ogni passo!
Non potremo fare a meno di un buon paio di stivali, personalmente preferisco i tuttacoscia in ogni stagione: in commercio se ne trovano per tutte le tasche. E' fondamentale che abbiano una calzata sicura e una suola in grado di garantire stabilità sulle rocce.
In montagna poi ci sono un po' di cose che non bisogna mai dimenticare: un cappellino, occhiali polarizzanti, un k-way o una mantella impermeabile, il gilet multitasche in cui riporremo i nostri artificiali e le pinze multiuso, dei cerotti, un coltellino e un cellulare (spesso il centro abitato più vicino è a qualche decina di minuti a piedi!). Può far comodo avere con sè un guadino da cintura e una borraccetta d'acqua.
Ora che siamo pronti per partire resta da scegliere l'attrezzatura adeguata (il cosiddetto spinning ultraleggero):

  • la canna dovrà essere necessariamente corta, perchè spesso saremo obbligati apassare tra rami e rocce e a lanciare nelle condizioni più difficili. Io credo che una canna di 180 cm, con una potenza di lancio fino a 10-15 grammi sia l'ideale. Non entro nel merito di marche e modelli, dico solo che personalmente non comprerei una canna molto costosa per pescare in questi ambienti: scivoloni e cadute sono all'ordine del giorno!
  • il mulinello ideale per questi ambienti dovrà essere leggero e bilanciare bene la canna. Io mi trovo bene con un 2500 shimano (o 1500-2000 daiwa), qualcuno userebbe una taglia 1000. Meglio scegliere un modello robusto e che disponga della bobina di ricambio. La frizione è preferibile anteriore, anche se devo dire che in questi ambienti non mi è mai capitato di usarla.
  • il filo dovrà essere rigorosamente nylon, il trecciato infatti sarebbe messo a dura prova dalle rocce affioranti. Andrà scelto un monofilo specifico per lo spinning, di diametro 0.18-0.20.
  • gli artificiali che privilegeremo sono ovviamente i rotanti, nelle misure 1-2 mepps e 4-6 grammi martin. Nella cassetta potranno trovare posto un paio di ondulanti a forma allungata da 4-5 cm, un paio di minnow floating da 3-5 cm e qualche falcetto bianco da montare su ami piombati di piccole dimensioni.
  • inoltre sarà opportuno avere una buona scorta di girelle con moschettone di taglia adeguata agli artificiali, perchè agganciare (e perdere) artificiali non è affatto raro!


Lo spinning nei torrenti montani

187_2.jpg

Anche in questi ambienti vale quanto detto per il punto precedente: il primo requisito è aver voglia di camminare, e spesso in condizioni disagevoli e di scarso equilibrio.
Se manca questa predisposizione è meglio stare a casa, o andare a pescare in altri ambienti.
Anche qui infatti è inutile insistere per più di 4-5 lanci nello stesso punto: se la trota c'è, e ha fame, non esiterà ad attaccare il nostro artificiale. Se non sentiamo attacchi, è meglio concentrarsi sulla buca successiva, o sotto un'altra cascatella.
Il mimetismo continua ad essere fondamentale, così come gli stivali tuttacoscia.
Quello che cambia è l'attrezzatura:

  • stavolta dovremo scegliere una canna un po' più lunga e potente, perchè ci troveremo a esplorare buche anche larghe e profonde, e ci serviranno artificiali più pesanti. Personalmente trovo che la canna ideale sia una 200-210 cm in grado dilanciare fino a 20 grammi reali.
  • il mulinello dovrà rispondere alle stesse caratteristiche di quello indicato prima, un buon 2500 robusto a frizione anteriore è quello che fa per noi.
  • anche il filo non cambia: un nylon da 0.20-0.22 è la scelta ideale nel 99% dei casi.
  • Cambia invece radicalmente la tipologia degli artificiali da usare: saranno sempre i rotanti a farla da padrone, ma saliremo ovviamente con le misure. In aggiunta a quelli leggeri indicati sopra porteremo con noi martin fino a 12 grammi e mepps del 3-4. Anche gli ondulanti e i minnow potranno salire di misura, fino a 7 cm, e sarà utile avere con sè anche dei minnow con il palettone di affondamento, per sondare le buche più profonde.
  • Per quanto riguarda le tecniche di lancio e di recupero, che nel riale sono ovviamente limitate dalla ristrettezza del luogo e dalla scarsità d'acqua, in torrente abbiamo varie possibilità: l'approccio tradizionale è dilanciare a monte e recuperare in favore di corrente, ma nei tratti in cui la corrente rallenta può essere molto redditizio lanciare davanti a sè, far fare una passata all'artificiale e poi recuperare controcorrente. L'importante, qualunque tipo di recupero decidiamo di effettuare, è far passare l'artificiale nella zona in cui presumiamo ci sia la trota.


Lo spinning nei torrenti di fondovalle

164_3.jpg

Il torrente di fondovalle si potrebbe ulteriormente dividere in due ambienti distinti: il tratto pedemontano, ancora caratterizzato da minime pendenze, salti e buche (dove troviamo ancora le trote fario), e il tratto finale, quello per intenderci vicino al punto d'immissione,dove l'ambiente si allarga, spesso il torrente corre tra strade e case e il fondo è sabbioso o fangoso, e le fario lasciano il campo alle marmorate e ai ciprinidi.
I pesci di queste acque sono più abituati alla presenza dell'uomo, per cui il mimetismo non è così fondamentale come in montagna (il che non vuol dire che possiamo adare a pescare vestiti da Arlecchino, però!).
Spesso, soprattutto quando la portata d'acqua è massima, non si può pensare di entrare in acqua, per cui bastano un paio di stivali al ginocchio o un paio di scarponcini.
Qui servirà ancora un altro tipo di attrezzatura:

  • Non avendo più i problemi di spazio che avevamo in montagna, opteremo per una canna più lunga: una 240cm con potenza di lancio fino a 30 grammi è la canna che fa per noi.
  • Sceglieremo un mulinello che ci permetta di bilanciare la canna, per cui un 4000 se shimano o un 3000 se daiwa, a frizione anteriore, possibilmente con sistema di imbobinamento a spire incrociate.
  • per quanto riguarda il filo abbiamo diverse possibilità: possiamo decidere di riempire una bobina con monofilo 0.22 e l'altra con monofilo da 0.25, oppure possiamo scegliere di riempirne una con il nylon e l'altra con un trecciato sottile (0.8 o 0.10).
  • Gli artificiali sono quelli che abbiamo indicato per il torrente montano, magari escludendo le misure più piccole. Piuttosto possiamo salire ancora con le misure dei minnow,che potranno arrivare anche a 9 cm e potranno essere galleggianti, affondanti, snodati, con palettone, lipless. Infatti la maggiore portata d'acqua e la grande varietà di pesci presenti ci permettono di gestire diverse tipologie di artificiali.

"They say you forget your troubles on a trout stream, but that's not quite it. What happens is that you begin to see where your troubles fit into the grand scheme of things, and suddenly they're just not such a big deal anymore."
John Gierach


#2 Giordaloco

Giordaloco

    Pescatore qualunquista

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 17204 Post:
  • LocalitàLUINO Lago Maggiore

Postato 22 September 2008 - 19:33 PM

Bell'articolo "IMPORTANTE" :wink: Posted ImagePosted Image
PESCATORE QUALUNQUISTA
Posted Image <!-- m -->http://giordalocopes....forumfree.net/<!-- m -->
27-06-1944

#3 Cyrano

Cyrano

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 2031 Post:
  • LocalitàVicenza
  • Tecnica: quea che ciapa
  • Provenienza: Vicenza

Postato 22 September 2008 - 19:39 PM

Complimenti , sto articolo me lo imparero' a memoria :D


Ciauzzz
Hoocked on Fishing ! ~~ Life in a Spin !

#4 lothar

lothar

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 9406 Post:
  • Localitàvenegono superiore (VA)
  • Tecnica: spinning inglese
  • Provenienza: venegono superiore (varese)

Postato 30 September 2008 - 19:25 PM

Ottimo Linuz ben fatto :2thumbs:
ANDREA 8/6/1975
amo tantissimo la pesca tanto da praticarla in tutti i modi che posso basta che pesco.
Dove c'è acqua e si pesca io ci sono.
Posted ImagePosted Image

#5 dade979

dade979

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 6887 Post:
  • Località
  • Tecnica:
  • Provenienza:

Postato 03 October 2008 - 11:59 AM

:2thumbs:

#6 Repele Dimitri

Repele Dimitri

    Repele Dimitri

  • Gold Member
  • 29182 Post:
  • LocalitàNuvolera (BS)
  • Tecnica: Mosca & c
  • Provenienza: Nuvolera (BS)

Postato 14 October 2008 - 17:27 PM

E bravo Linuz :)
Gli Amici Della Topa
http://dimibsfishing....wordpress.com/


La classe non è acqua ma prosecco! [cit.Repele Dimitri ]

#7 aksaj

aksaj

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 258 Post:
  • Localitàroma

Postato 23 October 2008 - 11:41 AM

complimenti linuz..ho letto solo adesso il tuo articolo..e devo dire che è fatto davvero bene :)
Il mondo è bello perchè è vario....e perchè ci da la possibilità di praticare lo sport più bello che esista...LA PESCA...............

12/05/1987

#8 Simo

Simo

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 169 Post:
  • LocalitàSant'Antonino di Susa
  • Tecnica: Spinning
  • Provenienza: Provicia di Torino

Postato 09 December 2008 - 14:50 PM

complimenti bel articolo :D

#9 Rugge78

Rugge78

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 387 Post:
  • LocalitàParma
  • Tecnica: cf-cat fishing
  • Provenienza: Sissa(Parma)

Postato 02 January 2009 - 12:46 PM

grande!! :2thumbs: stavo proprio cercando un articolo del genere :respekt: :prost: :prost:
14 suonati!! sto diventando vecchio!!!! SPINNING RULEZ
System of a Down!!! chop suey!!! ac/dc Back in Black the best song of the world
ciao Riccardo Ruggeri

#10 Davide_To

Davide_To

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 287 Post:
  • LocalitàTorino
  • Tecnica: Spinning/ Mosca
  • Provenienza: Torino

Postato 25 April 2009 - 10:40 AM

Stupendo.... :2thumbs: :2thumbs:
Catch & Release uno stile di vita!
Gli Dei Non sottraggono alla vita degli Uomini il tempo che hanno trascorso a pescare.
[200-2200 a.C]

#11 dmnando

dmnando

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 28 Post:
  • LocalitàPaupisi (BN)
  • Tecnica: inesperto
  • Provenienza: Benevento

Postato 15 May 2009 - 22:53 PM

molto utile :)
Per salire veramete in alto, bisogna cominciare con umiltà dal basso

Nando, 24 anni...sto imparando a pescare :barb: :wallbash: :cooler: :D

#12 lcipo76

lcipo76

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 515 Post:
  • Tecnica: tocco
  • Provenienza: torino

Postato 27 July 2009 - 12:00 PM

bellissimo articolo complimenti
ci sono cose che non ho capito bene

io pesco solo trote in montagna quindi conosco bene i luoghi ma non riesco a capire che cosa e' un riale..
e' un torrente di montagna ma con letto piu piccolo
e portata d'acqua ridotta? un ruscello insomma?
la differenza e' molto sottile :-)

aggiungerei solo una cosa a quello che hai scritto "prudenza"
quando ci si arrampica su per un torrente alpino con cascate rocce pietre scivolose ecc
e' molto facile cadere e farsi male e il piu delle volte in quelle gole i cellulari non prendono

ciao

#13 linuz

linuz

    Admin

  • Amministratori
  • 15114 Post:
  • LocalitàLago Maggiore - Stresa
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: Torino
  • Anno di nascita:1978

Postato 27 July 2009 - 12:17 PM

aggiungerei solo una cosa a quello che hai scritto "prudenza"
quando ci si arrampica su per un torrente alpino con cascate rocce pietre scivolose ecc
e' molto facile cadere e farsi male e il piu delle volte in quelle gole i cellulari non prendono


quotone!
e prudenza anche dove mettiamo le mani negli spostamenti tra le rocce, perchè potremmo disturbare qualche viperotta che prende beatamente il sole!

per quanto riguarda il riale, io intendo esattamente un ruscello, un rigagnolo d'acqua, che potrebbe essere il primissimo tratto di un qualunque corso d'acqua, o l'affluente di un torrente montano.
Preciso che ho usato questi termini senza alcuna pretesa scientifica, mi servivano solo per differenziare 3 tipologie di corsi d'acqua che spesso classifichiamo tutte insieme sotto la definizione di "torrente", ma che vanno affrontate in maniera sostanzialmente diversa.

"They say you forget your troubles on a trout stream, but that's not quite it. What happens is that you begin to see where your troubles fit into the grand scheme of things, and suddenly they're just not such a big deal anymore."
John Gierach


#14 lcipo76

lcipo76

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 515 Post:
  • Tecnica: tocco
  • Provenienza: torino

Postato 27 July 2009 - 12:24 PM

avevo capito bene riguardo alle tipologie di torrente :-) poi le foto che hai messo
lasciavano cadere ogni dubbio

azz!!! hai ragione riguardo le vipere ...scappano sempre pero' se disturbate (mettendo le mani o piedi vicino a loro)
potrebbero reagire mordendo

io ne ho gia viste soprattutto su per gli affluenti della val chisone

#15 big-gi

big-gi

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 344 Post:
  • Tecnica: di tutto un pò...
  • Provenienza: bergamo

Postato 24 September 2009 - 12:36 PM

gran bell'articolo...

utilissssimo!!!

#16 alexio

alexio

    Utente registrato

  • Utenti minorenni
  • PipPipPipPipPip
  • 338 Post:
  • LocalitàSaronno-(MI)
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: Milano

Postato 14 November 2009 - 13:01 PM

sei un mito grande linuz :)
...Posted Image... W The Catch and Release! Posted Image

#17 fabrybet

fabrybet

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 66 Post:
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: milano

Postato 15 November 2009 - 11:48 AM

molto utile! comlimenti! :wink:

#18 Giovanni54

Giovanni54

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 22 Post:
  • Tecnica: mosca/bombarda
  • Provenienza: Gaggiano

Postato 10 December 2009 - 14:27 PM

Gli articoli che mi piacciono, poche parole ma chiare, complimenti, utilissimo.
Giovanni
:sun: :bulb:

#19 MaxPax

MaxPax

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 384 Post:
  • LocalitàLumezzane (Bs)
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: Lumezzane (Bs)

Postato 10 December 2009 - 15:33 PM

Bello! :up:



.
C'è sempre un pesce che ti aspetta,l'importante è non farlo aspettare troppo!(MaxPax)

#20 danibollo

danibollo

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 2570 Post:
  • LocalitàPaderno Dugnano
  • Tecnica: mosca e spinning
  • Provenienza: milano

Postato 18 December 2009 - 01:05 AM

bravo linuz!

proprio bello il topic, e anche molto utile!

:D


0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi