Jump to content

REPORT Raduno Feriolo - 28/29 settembre 2019

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

Spinning/trout area iridee svogliate ?


  • Please log in to reply
4 risposte a questo topic

#1 Fragrey

Fragrey

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1054 Post:
  • LocalitàSelvino (BG)
  • Tecnica: Spinning
  • Provenienza: Selvino (BG)
  • Anno di nascita:1996

Postato 12 November 2019 - 00:01 AM

In condizioni di apatia con la trota che rifiuta categoricamente l ondulante,a che alternative si può ricorrere ? So che ci sono vari jerk crank ecc specifici in certi contesti, ma se anche questi non sono graditi o se anche essendo meno aerodinamici non si raggiunge il pesce come vi comportereste ? Ho avuto attacchi occasionali con popper ma anche qui la cosa non era convincente... Insomma è possibile che ci sia la giornata dove il pesce non ha possibilità di essere smosso ?

#2 Pescaduret

Pescaduret

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1274 Post:
  • Tecnica: Spinning & guests
  • Provenienza: bassa modenese

Postato 12 November 2019 - 21:01 PM

Ti dico la mia, uno spoon è un'esca che ha un milione di varianti, e per ognuna un milione di recuperi possibili, tutti differenti: il problema è che le trote talvolta prediligono solo certi movimenti e colori, a certe velocità e in determinate fasce d'acqua. Bisogna provare, provare e provare.... una volta trovata la giusta alchimia (cosa non facile, anzi...) le muovi praticamente sempre; magari non tanto ma qualcosa lo fai. Conosco un ragazzo che frequenta da anni lo stesso lago con le trote d'inverno e che tutte le volte che va, in qualsiasi condizione, fa pesce (pescando a trout area). Questione di tanta, tanta esperienza.

 

Ti consiglio: 

 

1- di essere puntiglioso, e molto: mezzo metro d'acqua in più o in meno, una forma/colore appena diversi, mezzo grammo di peso dell'esca, un giro di manovella in più o in meno possono essere lo spartiacque fra un'uscita da urlo e il capotto totale. 

 

2- Cerca di capire dove stazionano le trote (superficie, poco sotto, mezz'acqua, nei pressi del fondo o proprio sul fondo) per entrare in pesca adeguatamente, e adegua la velocità del recupero (io di solito faccio recuperi extra-lenti, con spoon relativamente leggeri in caso di trota svogliata 

 

3- Se le trote "bollano" o sembrano attive nonostante ignorino le esche prova a spinfly o direttamente a mosca; sono tecniche che permettono presentazioni che la pesca a spoon si sogna di notte; personalmente quando vado a trote porto sia una canna per spoon sia una per spinfly o direttamente mosca in modo da avere due approcci decisamente differenti fra loro. 



#3 Fragrey

Fragrey

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1054 Post:
  • LocalitàSelvino (BG)
  • Tecnica: Spinning
  • Provenienza: Selvino (BG)
  • Anno di nascita:1996

Postato 12 November 2019 - 21:45 PM

Ok ma questa cosa della scelta dello spoon renderebbe necessario un quantitativo di tentativi pazzesco e richiederebbe magari anche molti spoon no? Di sicuro ho visto che il cambio di colore può far fare qualcosa ma poi si spegne tutto, inoltre non tutti i pesi e le misure a volte sono lanciabili a distanze accettabili(so che il trout area prevede più che altro laghetti piccoli).... Ad esempio in alcuni casi gli unici che arrivavano dove mi serviva erano quelli lunghi da 4g quindi non quelli piccoli piccoli, poi per lo spinfly stessa cosa,ottima soluzione ma non sempre come distanza, il che in sti casi frega.... Poi per quanto riguarda i colori io provo più che altro 4 opzioni :fluo,bianco,nero,oro o argento. Poi va beh ci sono mille colori ma cerco di schematizzare un po'

#4 Elzel

Elzel

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 175 Post:
  • Tecnica: ledgering, spinning
  • Provenienza: Como
  • Anno di nascita:1976

Postato 12 November 2019 - 22:51 PM

Io ti posso dire la mia ultima uscita 10 giorni fa. Giornata freddina, cielo velato,ho fatto un paio d'ore a mezzogiorno.
Trote attive, bollate ovunque, mangiate zero, anche a bombarda.Provato spoon di varie grammature,forme e colori con recuperi lenti, veloci,sul fondo a metà acqua,dopodiché ho provato con uno streamer. Ma niente di niente...manco una mangiata.
Ormai quasi sconsolato e con 40 minuti di tempo, mi gioco l'ultima carta, Martin da 2 gr argento corpo vespa. Primo lancio e sotto riva con l'ultimo giro di manovella tac abbocca la prima. L'ho vista proprio al momento della abboccata. I lanci successivi inseguivano sotto riva e lasciavano perdere. Poi ho recuperato molto molto lento e sono arrivate altre 2. Finito il tempo tornai a casa.
Morale: ancora no ci ho capito una mazza di quando,come, dove e perche...ma ogni volta imparo un pochino di più

Questo post è stato modificato da Elzel: 12 November 2019 - 22:51 PM


#5 Fario-CH

Fario-CH

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 9523 Post:
  • LocalitàNyon-Svizzera
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: Piemonte
  • Anno di nascita:1966

Postato 13 November 2019 - 08:11 AM

aggiungo che oltre alle differenze tra colore,peso,recupero,profondita'  etc etc , é utilissimo anche la conoscenza del lago poiché a volte le trote stazionano in certi punti mentre in altri puoi pescarci anche tutto il giorno, ma le trote li non ci sono  :)

specifico che parlo di gare fatte quando alcuni di voi erano appena nati  :megagrin:  :megagrin:   ( le prime gare a spinning in Italia, trofeo rapala , chissa' se esiste ancora,boh ?) , oggi probabilmente tante cose son cambiate , ma forse non tutto :)




0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi