Jump to content

REPORT Raduno Feriolo - 28/29 settembre 2019

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

Ondulante a bassfishing: un'esca da tenere in considerazione.


  • Please log in to reply
8 risposte a questo topic

#1 Pescaduret

Pescaduret

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1264 Post:
  • Tecnica: Spinning & guests
  • Provenienza: bassa modenese

Postato 27 June 2017 - 20:40 PM

Che mi ricordi non ho mai visto nessuno usare gli ondulanti a bass, e nessuna cassetta da bassfisher ospitarne. Eppure io ho sempre con me un paio di ondulanti nelle mie uscite a bass: ho imparato che è un'esca tra le più redditizie e sottovalutate! 

 

Quando parlo di ondulante intendo quello classico quindi non lo spoon da area (con cui mi è comunque capitato di prendere il verdone) e nemmeno misure esagerate da baffi ma il semplice ondulante che si usa a trote, cavedani, aspio e perca per intenderci. 

 

L'ondulante ha alcune caratteristiche che reputo molto vantaggiose nella pesca al bass: 

 

- Lavora in qualsiasi strato d'acqua (tranne a TW per cui servirebbe un recupero a cannone) ed è molto semplice animarlo in modo lineare.

 

- Rispetto al peso, e in generale, le dimensioni sono contenute e compatte: questo permette, insieme al movimento sinuoso e composto, sia di intercettare anche bass molto piccoli sia di essere molto attrattivo anche per grossi esemplari, che la vedono come una preda facile e non ne restano intimoriti o esitanti (cosa che talvolta accade con esche molto grosse)

 

- è un'esca insolita che si presenta al bass come qualcosa di diverso dal solito.

 

- si tratta di un'esca di reazione, che lascia al bass poco tempo per studiarla e stimola invece un'attacco violento.

 

- Costa relativamente poco ed è facilmente reperibile.

 

Io lo adopero sia come esca di ricerca che come esca per la pesca "a vista" (avvisto la preda ----> lancio l'esca):

 

- Nella pesca di ricerca, si sfrutta la sua capacità di lavorare in molte situazioni di acqua aperta evitando solamente il topwater, che necessiterebbe di velocità di recupero da autovelox e la presentazione in flipping e troppo vicino alle cover, dal momento che è veramente facilissimo incagliare l'esca (l'amo o l'ancoretta posteriore sono veramente molto molto esposti) ed il movimento in caduta, essendo ampio e piuttosto "casuale", non permette di infilarlo con precisione in buche e anfratti. Lanciato e recuperato sia in modo regolare (recupero molto proficuo, l'ondulante fa tutto da solo) sia a "stop 'n' go" provoca mangiate di reazione veramente decise che è (quasi) impossibile non percepire: grazie alla sua capacità di esplorare tutta la colonna d'acqua lo si può usare per cercare bass sospesi a mezz'acqua, passare nei pressi delle cover cercando i bass che vi si rifugiano. Se avete a che fare con bass molto pressati e avete da battere tanta acqua fateci un pensierino. 

 

- Nella pesca "a vista" si sfrutta la sua poca invasività e la "novità" che rappresenta per il bass: i migliori risultati lanciando oltre il pesce, quindi recuperando alternando momenti di caduta a "jerkate" verso l'alto ma anche il classico recupero lineare va benissimo. Non abbiate paura a proporre recuperi piuttosto energici: nell'ondulate non ci sono rattles e i bass (si spera) non lo conoscono quindi il recupero "allegro" servirà a stimolarne l'aggressività. In questa pesca "a vista" conta tanto l'esperienza, solo provando (e sbagliando) si capirà come e in che modo presentare al meglio l'esca (non solo l'ondulante) al bass della vita a pochi metri da voi! 

 

Qualche considerazione finale: 

 

- Colori: Attenzione discorso lungo! Il colore che uso, l'unico, è il firetiger o al massimo giallo fluo o combinazioni di giallo,verde,nero,rosso,arancio, fuoco e tutti accesi: credo che la preda che più ricorda questo artificiale sia un'insetto caduto in acqua, che bisogna imitare fedelmente. Non ho mai preso bass (se si eccettua un'uscita di ormai 6 anni fa) con ondulanti di modelli identici ma colorati di perla, bianco, oro, rosso cupo/spento... insomma imitazione di pesci e gamberi. Contando che nell'ultima uscita camminavo sulla sponda con un firetiger penzoloni a mezz'aria e mi capitava che le libellule lo attaccassero credo che il discorso dell'insetto possa stare in piedi. Si spiega anche la bassa diffidenza del bass all'attacco: l'insetto non è tra le esche più imitate nella ricerca dei verdoni.

 

- Modelli: non ho avuto particolari preferenze o rese (ho usato "fette di salame", Ardito etc...) diciamo che mi mantengo su una misura tra i 5 e i 15g con i colori di cui sopra. Misure e pesi differenti influenzeranno sia le distanze di lancio sia la velocità di caduta che il volume d'acqua smossa.

 

- Efficacia: Variabile (ma del resto quale esca fa sempre costantemente centro?) ovvero alcuni spot li ho risolti così dopo aver passato la cassetta intera in acqua e non aver racimolato nulla (in particolare spot molto molto pressati, ma anche situazioni meno esasperate) mentre altrove i pesci sembrano attirati di più da altro e non porta alcuna preda a riva. in ogni caso costa e pesa poco, ingombra ancor meno quindi un posto nella cassetta io glielo trovo SEMPRE 

 

- IMPORTANTE: Verificare e sostituire se necessario anellini e ancorette. Ok, non è spinning al siluro ma le ancorette e gli anellini di alcuni modelli sono veramente da mezzo soldo bucato e si aprono a guardarle, mi è capitato più volte quando ero alle prime esperienze di aprirle su pesci tutt'altro che irresistibili. 

 

Con questo è tutto, spero di aver fatto una guida utile, specie per chi inizia, e non aver detto troppe ovvietà! 

 

 

 



#2 walter

walter

    volatile da cortile

  • Moderatori I
  • 26662 Post:
  • Localitàeste, bassa padovana
  • Tecnica: portachiav-fishing
  • Provenienza: este, bassa padovana
  • Anno di nascita:1984

Postato 28 June 2017 - 10:55 AM

ottimo spunto :)

 

gli ondulanti sono un bel ricordo della mia giovinezza alieutica. al mio paese c'era un negozietto che ne aveva tra i mille e duemila lire l'uno, quindi ne usavo a pacchi. ci ho preso parecchi bass, cavedani e luccetti, li sapevo muovere abbastanza bene. poi il negozietto ha chiuso e, non trovando lo stesso modello di ondulanti in giro, ho smesso di usarli e sono passato ai mini rapala e poi ai rotantini

 

questa guida e' ottima :up:

 

qualche mio appunto:

 

1)non guardate le indicazioni. il memphis e quelli monoamo con la piuma sono indicati come "da cheppia", ci abbiamo preso di tutto (qua cheppie non ne girano)

 

2)e' maledettamente versatile, forse l'artificiale piu' versatile al mondo

 

3)tempi di affondamento: per quelli piu' piccoli a volte sono alti. trucchetto: o doppiarli (si, anche quelli minuscoli!) oppure un pallino spaccato non troppo pesante sulla girella

 

4)se non hanno la loro girella, girella col moschettone. solo e soltanto il rapala minnow spoon non la richiede (ma costa una fucilata ed ha una fisica piu' simile ad un minnow che ad un ondulante)

 

5)la sensibilita' in recupero e' tutto

 

6)sperimentate, sperimentate, sperimentate. cappotterete le prime volte ma poi quando capirete come fare andrete a raffica.

 

7)potete farveli da soli. un pezzo di lamiera o di plastica grossa o un tappo piegato, un anellino o due, un'ancoretta o amo, se volete un giro di lana rossa e siete a posto. ho visto su altri lidi un ragazzo (emilio di siluromania) che pescava le trote usando come ondulante un vecchio transistor, e prendeva!!! se lo fate in plastica, per sicurezza potete passare un filo di ferro o dacron spesso dall'ancoretta all'occhiello frontale, in modo che se si dovesse crepare la plastica e cedere in abboccata il pess comunque non e' perso

 

8)e' un'esca che in italia consideriamo sfigata e non usa nessuno, e proprio per questo puo' rendere molto. in usa e' molto usata anche in competizioni (specie in colori come il "5 of diamonds"). nei paesi dell'est e del nord europa le adorano. e un motivo c'e' :)


" alt=" alt=


keep fightin' | if you can't follow me maybe you're not crazy enough... | devastazione, delirio, inutilita' e allegro sbarellamento :crazy:



 

лохі мы змаглі трапіць у ваш паршывы вэб -сайт з дапамогай дабрадушны вэб - качка

#3 doppiorhum

doppiorhum

    TitsRhum

  • Svaccatore di topic
  • 9870 Post:
  • LocalitàCarbonara di Po
  • Tecnica: Swimbait & Topwater
  • Provenienza: mantova
  • Anno di nascita:1967

Postato 28 June 2017 - 11:25 AM

shhhhhhhhhhhhhhhhhh  :pssst:  :pssst:  :pssst:  :pssst:

non si raccontano in giro queste cose che poi ti fanno sparire nel nulla :lachtot: :lachtot: :ironie: 

 

l'ondulante è come il fightclub


No sponsor, no lies
 

#4 grande orso

grande orso

    Tommy

  • Moderatori
  • 4258 Post:
  • Localitàvaresotto
  • Tecnica: spinning e mosca
  • Provenienza: castello cabiaglio (va)
  • Anno di nascita:1994

Postato 28 June 2017 - 13:40 PM

se dovessi scegliere un'esca sola per tutti i pess sarebbe l'ondulante :D

esca troppo spesso sottovalutata.. un consiglio, prova a trailerarli con un grub.. ;)



#5 Pescaduret

Pescaduret

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1264 Post:
  • Tecnica: Spinning & guests
  • Provenienza: bassa modenese

Postato 28 June 2017 - 19:09 PM

Walter: 

 

Grazie per il contributo; io l'ondulante mi trovo bene sia usandolo con che senza girella ma sempre con moschettone (mai legato diretto); per quanto riguarda il doppiarli è una pratica che in teoria non mi sembra redditizia (ne va della caduta morbida e adescante dell'artificiale) ma va provata per saperlo. 

 

Personalmente ritengo l'ondulante una delle più versatili esche esistenti; se è secondo a qualcosa lo è IMHO alla jighead con grub, senza la quale non esco nemmeno di casa... 

 

grande orso: 

 

Ho provato a usare un Perca fluo da 5 mettendovi un monoamo e trailerizzandolo con un grubbetto piccino da trota, ma gia questo imho influiva sul nuoto di entrambi in caduta e in recupero, penalizzandosi a vicenda, quindi non ho fatto ulteriori prove in materia. 



#6 Lerio

Lerio

    Resp. Social Network - Moderatore di sezione

  • Moderatori I
  • 7641 Post:
  • Tecnica: (LG) & Spinning
  • Provenienza: Calvisano (BS)
  • Anno di nascita:1986

Postato 28 June 2017 - 22:22 PM

Mi accodo per lo spunto interessante ;)
I primi Bass presi li ho fatti proprio con ondulante ardito del 5 :D e anche negli ultimi giorni cercando cavedani a largo mi è successo di prendere bassotti con ardito 8 :-)
Il consigli di Walter riguardo al doppiarli sono molto validi invece, perché quando peschi in corrente, o quando devi stare sul fondo ma i pess non vogliono esche troppo grosse li viene comodissimo ;) esempio classico doppiare un 5g andando a cheppie :-) ma non solo :pssst:
A volte rende bene recuperato anche solo linearmente quindi anche se affonda in maniera meno delicata no problem.
Invece riguardo il trailer la penso come per il doppiato, ovvero che non sempre conviene usare un esca che sculetta vistosamente, e in quel caso il trailer frena lo sbandamento dell'ondulante ma allo stesso tempo emette vibrazioni a frequenza alta che infastidisce il pess ;)
Per il resto ripeto, ottimi spunti...molti lo bistrattano a torto :-)
Posted Image        
... KEEP CALM & GO FISHING ... https://www.facebook.com/PescaNetwork       

Che tu possa avere sempre il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle

#7 Lerio

Lerio

    Resp. Social Network - Moderatore di sezione

  • Moderatori I
  • 7641 Post:
  • Tecnica: (LG) & Spinning
  • Provenienza: Calvisano (BS)
  • Anno di nascita:1986

Postato 28 June 2017 - 22:25 PM

@wal, sapessi da quanto tempo cerco il diamonds grande :cry:
Posted Image        
... KEEP CALM & GO FISHING ... https://www.facebook.com/PescaNetwork       

Che tu possa avere sempre il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle

#8 walter

walter

    volatile da cortile

  • Moderatori I
  • 26662 Post:
  • Localitàeste, bassa padovana
  • Tecnica: portachiav-fishing
  • Provenienza: este, bassa padovana
  • Anno di nascita:1984

Postato 28 June 2017 - 23:26 PM

@wal, sapessi da quanto tempo cerco il diamonds grande :cry:

 

a lucci e siluri e' un fenomeno.

 

sono gran buoni anche i kuusamo, ma da noi trovarli e' impossibile (ho da decenni un loro minnow, piu' delicato dei rapala ma che nuoto!!!)


" alt=" alt=


keep fightin' | if you can't follow me maybe you're not crazy enough... | devastazione, delirio, inutilita' e allegro sbarellamento :crazy:



 

лохі мы змаглі трапіць у ваш паршывы вэб -сайт з дапамогай дабрадушны вэб - качка

#9 Lerio

Lerio

    Resp. Social Network - Moderatore di sezione

  • Moderatori I
  • 7641 Post:
  • Tecnica: (LG) & Spinning
  • Provenienza: Calvisano (BS)
  • Anno di nascita:1986

Postato 28 June 2017 - 23:47 PM

È proprio per i lucci nelle zone shallow che lo cerco il diamonds ;)
Di kuusamo ne ho parecchi invece, li compro all'estero e li uso soprattutto quando cerco le lacustri ;)
E i cavedani in Garda apprezzano parecchio :P
Invece dei Minnow mai saputo, ora mi tocca informarmi :nude:
Posted Image        
... KEEP CALM & GO FISHING ... https://www.facebook.com/PescaNetwork       

Che tu possa avere sempre il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle


0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi