Jump to content

Info utili su ripresa pesca dal 4 maggio 2020

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

sistema di verniciatura by cobra


  • Please log in to reply
3 risposte a questo topic

#1 cobra

cobra

    Moderatore di Sezione

  • Moderatori
  • 1714 Post:
  • Localitàlago di Garda
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: lago di garda

Postato 02 October 2007 - 12:32 PM

ultimamente parecchi autocostruttori mi hanno chiesto come realizzo le verniciature dei miei minnow,e cosi ho pensato di descrivere il mio sistema .
dopo che il minnow è stato assemblato e carteggiato (uso carta abrasiva telata 60-80 grit)a mio avviso non serve più fine ,puccio x una volta il pezzo nel turapori nitro trasparente ad immersione ,appendo il pezzo ad asciugare ,e quando asciutto con carta telata usata (80)carteggio ,poi sempre x immersione una volta nel fondo opaco bianco alla nitro ,una volta asciutto lo immergo in un prodotto plastico trasparentissimo da me scoperto (essendo stato imbianchino x 30 anni )questo prodotto fa si che si aggrappi tenacemente al fondo bianco nitro ,e fa da supporto alla verniciatura a spry acrlico delle bombolette ,che come sappiamo si attaccano su tutto ,ma accettano poco altri prodotti di finitura ,per farla breve ,non amano molto altri prodotti che non siano acrilici ,di conseguenza fanno (si dice in gergo cartella )ed al minimo urto la vernice sopra l'acrilico si stacca ,una volta colorato il minnow con le bombolette ,ri immergo il minnow nel prodotto da me scoperto,creando uno strato tenacissimo che si presta ad accettare qualsiasi vernice di finitura ,e cosa non trascurabile con un minimo di spessore x resistere di più agli urti ,più cè crosta più è fragile la copertura ,poi passo alla (plastificazione finale )anche se la resina epossidica in pratica è una colla il risultato finale è simile alla plastica dei rapala ,usando una resina omologata dal RINA registro navale italiano x imbarcazioni ,questa resina in rapporto 2-1 è in forma liquida e si può spalmare con un qualsiasi pennello ,che verrà poi lavato con diluente alla nitro ,data la resina in una mano ,dopo asciugatura -8 ore ,rimanendo opaca dopo un lavaggio con acqua e sapone ,senza bisogno di ulteriori carteggiature si può dare una mano di bicomponente poliuretanica .il minnow è finito e resistentissimo anche ai denti dei lucci ,è chiaro che con più mani di resina il risultato sarà più che eccellente anche per le esche da mare .ho tralasciato che questa resina tipo kk1 eseendo una colla con delle microsfere aggiunte diventa veramente tenace x le esche fatte con del legno morbido tipo balsa indurendo il tutto come marmo ,io lo uso x fare il fondo alle esche da traina ,che come sappiamo stanno in acqua x delle ore ed a profondità elevate ,creando cosi un esca veramente forte ,questo prodotto 10-10 sistem si presta anche all'incollaggio degli anelli a vite è resistentissimo al'azione dell'acqua ,anche di mare ,il suo costo è all'incirca di 50 euro x un litro e mezzo ,ci si fanno centinaia di minnow ,non si secca in presenza di aria finchè non è mescolato A-più B,quindi di durata notevole ,soldi ben spesi .
5-5-59
costruttore di pesci finti per la pesca a lancio

vale piu la pratica che la grammatica <*)^,^,^,^,-(

#2 parosc

parosc

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 200 Post:
  • LocalitàTorino
  • Provenienza: Torino

Postato 02 October 2007 - 17:26 PM

Grazie cobra x le info...

A proposito di vernice visto che tu utilizzi spesso bombolette... cos'hai trovato di acrilico che sia vero acrilico? Ti chiedo questo perchè mi era capitato di utilizzare una bomboletta con vernice a base di acqua ma si è sciolto tutto dopo la plastificazione con materiale a base di solvente... io cmq utilizzo al 98% aerografo ma il discorso è simile...

Mi era solo venuto il dubbio sulle bombolette e le loro etichette!!! infatti mi era venuto il dubbio vedendo il simbolo di infiammabile.
:? :?
Paolo

Classe 1974 ... ottima annata

#3 cobra

cobra

    Moderatore di Sezione

  • Moderatori
  • 1714 Post:
  • Localitàlago di Garda
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: lago di garda

Postato 02 October 2007 - 21:47 PM

ciao parosc
x quanto ne so io l'acrilico è un polimero che allo stato (naturale) si presta ad essere diluito con vari solventi ,tipo; acqua ,nitro, acetone ,sintetici ,etc ,etc ,tutto dipende dalla formula della casa produttrice di tal prodotto,io ho usato x decenni un isolante acrilico ad acqua x fissare gli intonaci che sfarinavano x l'azione del (salnitro ),al tatto ricorda un po il vinavil ,tante che quando ho iniziato a fare l'imbianchino,il vinavil si usava x irrobustire le tempere ,e fissare il muro che sfarinava ,x non far sciogliere le verniciature il trucco sta nel mettere sempre x primo il prodotto più aggressivo tipo ,prima la nitro ,poi sintetico ,poi all'acqua ,se usi questa procedura non ,dico non si potrà mai scolorire alcunchè,ricorda che i solventi più aggressivi andando per ordine sono i poliuretanici, la nitro ,i sintetici poi x ultima l'acqua ,altro modo x non far scolorire è quello di usare ,o tutto all'acqua ,o tutto alla nitro ,o tutto sintetico ,la resina epossidica essendo una colla si attaccherà su tutto ,in modo tenace ,io faccio anche prove di rottura con i mie minnow ,ed il procedimento da me descritto è il più forte .ho abbandonato gli aerografi perche troppo macchinoso il procedimento ,e se devo fare 30 -40 minnow alla volta sai che casino ,rosso sotto il muso ,nero il dorso ,bianca la pancia ,,giallo i fianchi ......prendo in mano il minnow ed in un minuto ho finito con le bombolette .
5-5-59
costruttore di pesci finti per la pesca a lancio

vale piu la pratica che la grammatica <*)^,^,^,^,-(

#4 parosc

parosc

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 200 Post:
  • LocalitàTorino
  • Provenienza: Torino

Postato 03 October 2007 - 06:41 AM

L'utilizzo dell'aerografo non è un problema quando si fanno lavori in quantità, di solito faccio un colore per volta appendendo poi il pezzo e passando al successivo e così via... sul singolo la cosa è più macchinosa anche se il passaggio da un colore all'altro non è sempre immediato visto che aspetto sempre un pò di tempo.
Paolo

Classe 1974 ... ottima annata


0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi