Jump to content

Info utili su ripresa pesca dal 4 maggio 2020

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

ABC del CF: montature e terminali


  • Please log in to reply
11 risposte a questo topic

#1 mdl87

mdl87

    Sgamberlato

  • Gold Member
  • 3839 Post:
  • LocalitàNovara (nebbia e zanzare)
  • Tecnica: Spinning & CF
  • Provenienza: Novara
  • Anno di nascita:1987

Postato 20 November 2010 - 14:05 PM

Tutte le opinioni espresse qui sotto sono da considerarsi personali, frutto della mia esperienza e della mia voglia di tenermi costantamente aggiornato attraverso la lettura di riviste del settore e la consultazione di siti Internet. La mia intenzione è quella di fornire una prima infarinatura generale ai neofiti della tecnica, che per la prima volta si avvicinano al carpfishing e rischiano di rimanere spiazzati e confusi dalle "incomprensibili" parole inglesi e dalle numerose sfaccettature di questa incredibile tecnica. Non ho affatto la presunzione di voler insegnare niente a nessuno, anzi, mi aspetto consigli, suggerimenti e critiche!

Riuscire a riassumere in un unico breve post tutte le molteplici montature e i diversi terminali del CF sarebbe impossibile. L’argomento è estremamente vasto. Tuttavia si possono illustrare i terminali e le montature base, dai quali col passare del tempo e con l’acquisto di esperienza potremo derivare quelli più complessi e avanzati.

Partiamo innanzitutto dall’analizzare come si ciba una carpa. Individuato l’alimento grazie a dei recettori situati soprattutto sul muso, la carpa lo aspira facendolo entrare nella cavità orale. Se l’alimento viene considerato commestibile, allora la carpa deciderà di triturarlo con i denti faringei (ebbene sì, la carpa ha i denti, basti vedere come riduce le cozze o i gamberi di fiume!!!). In caso contrario, l’alimento indesiderato verrà espulso fuori. Ora, utilizzando l’hair rig, abbiamo la possibilità di sfruttare al meglio questo modo di cibarsi da parte della carpa. L’esca infatti sembrerà uguale alle altre presenti sul fondale. Accortasi che qualcosa non va, la carpa proverà ad espellere la nostra esca, ma l’amo, essendo libero di ruotare, si aggancerà nella sua bocca (senza mai creare ferite gravi e profonde!) e il peso del piombo aiuterà questa auto-allamata.
:arrow: <!-- l --><a class="postlink-local" href="http://www.pescanetwork.it/forum/viewtopic.php?f=14&t=38829">viewtopic.php?f=14&t=38829</a><!-- l -->

LE MONTATURE

SAFETY RIG
Si usano delle clip che in caso di incaglio durante il combattimento permettono al piombo di essere rilasciato, liberando così il resto della montatura (e quindi anche la nostra amica!).
Posted Image
Posted Image
Per rendere il piombo fisso, basta incastrare la girella nella clip.
Si può anche inserire un tubetto in pvc/silicone appena dopo la girella che connette la lenza madre e il terminale, in modo da proteggere la girella stessa e per rendere più rigida la montatura nella zona del piombo, così da limitare i grovigli durante il lancio.

IN-LINE RIG
Si utilizza un piombo in linea col terminale (appunto in line) che verrà incastrato nella girella. Anche in questo caso non è una brutta idea usare un tubetto di pvc/silicone per irrigidire il terminale.
Posted Image

HELICOPTER RIG
Questa montatura prevede di avere il piombo alla fine della montatura. La girella a cui è legato il terminale ruoterà tra due piccole palline e tra delle guaine, in modo da favorire la lunghezza del lancio e ridurre le possibilità di groviglio durante questa fase.
Posted Image

I TERMINALI
Elenco qui sotto quelli più semplici da realizzare, ma utilizzati in gran parte delle nostre pescate.

NO-KNOT RIG (nodo senza nodo)
Il terminale base per eccellenza, ma utilizzato in continuazione
Posted Image
:arrow: <!-- l --><a class="postlink-local" href="http://www.pescanetwork.it/forum/viewtopic.php?f=14&t=24166">viewtopic.php?f=14&t=24166</a><!-- l -->

LINE ALIGNER
Nasce da un’idea di Jim Gibbinson, che utilizzando un tubetto termo restringente e un ago da innesco o un ago da cucito modificò il No-knot rig ottenendo un hair rig ancora più efficace, proprio per effetto della maggiore rotazione concessa all’amo.
In pratica si parte da un No-knot rig, si buca il tubicino termo restringente circa a metà, ci si fa scorrere dentro il filo/treccia e lo si fa calzare sull’occhiello dell’amo, in modo da coprirne interamente il gambo. Si taglia infine la parte di tubicino in eccesso.
Posted Image

D-RIG
:arrow: <!-- l --><a class="postlink-local" href="http://www.pescanetwork.it/forum/viewtopic.php?f=14&t=24418">viewtopic.php?f=14&t=24418</a><!-- l -->

RIG-RIG
:arrow: <!-- l --><a class="postlink-local" href="http://www.pescanetwork.it/forum/viewtopic.php?f=14&t=24167">viewtopic.php?f=14&t=24167</a><!-- l -->

TESTARE I TERMINALI: COME?

Prima di utilizzare un terminale, è bene testarne l’efficacia meccanica. Un primo test che si può fare è il cosiddetto Palm Test, che ci da utili indicazione sulla rotazione dell’amo. Basterà distendere la mano a dita unite col palmo verso l’alto, appoggiare l’innesco tra il dito medio e l’anulare, e tirare il terminale verso il gomito facendo attenzione che il filo sia aderente alla pelle e che il filo scorra tra pollice e polso. Se l’amo si gira cercando di conficcarsi sul palmo, vuol dire che il rig sarà stato costruito correttamente.
In alternativa si può fare il Test delle dita: si tiene la mano aperta, con la dita distese e unite e il pollice puntato verso l’alto. Il terminale viene fatto scorrere alla base del pollice. L’amo dovrà ruotare ed andare a “conficcarsi” sulla pelle del palmo.
Il Turning Test viene utilizzato per testare gli inneschi pop-up. Si fa scorrere il terminale a cavallo del dito indice. L’amo dovrà girarsi e pungere il dito così da indicare una corretta rotazione. Personalmente non lo ritengo molto attendibile.
L’Effetto Ombra è un fenomeno che nasce quando si abbina ad un amo una boiles troppo grossa, che gli impedisce così di ruotare correttamente. Personalmente tra la boiles e la curvatura dell’amo lascerei sempre una distanza tra i 5mm e il centimetro.
Posted Image
Se si vogliono utilizzare grosse boiles ma ami piccoli, sarà quindi necessario allungare l’hair rig.
Per quanto riguarda le dimensioni degli ami, possono valere questi rapporti:
amo della misura 1/0-1 per boiles dai 24mm in su
1-2per boiles tra i 20 e i 24mm
2-4 per 18-20mm
4-6 per 16-18mm
6-8per 14-16mm

GLI AMI
Posted Image
Amo lungo, da usare specialmente per presentazioni pop-up

Posted Image
Amo a filo grosso, con una buona distanza tra punta e gambo, e occhiello leggermente piegato in avanti. Lo spessore del filo dell’amo dipenderà dal posto in cui pescheremo. Ad esempio in presenza di ostacoli sarà necessario avere un amo di grosso spessore, per poter forzare il pesce.

Posted Image
Amo bent-hook, del gambo curvato, utilizzato per presentazioni pop-up avanzate (ad esempio il Whity-pool rig) Posted Image

I PIOMBI
Caratteristica: ottima aerodinamicità per raggiungere lunghe distanze
Tournament Casting
Posted Image
Distance Casting
Posted Image
Flatliner Distance
Posted Image

Caratteristica: buona stabilità sul fondo e grande efficacia nell’auto-ferrata del pesce (specialmente se di dimensioni ridotte ma generosa grammatura)
Pear
Posted Image
Flattliner Pear
Posted Image

Caratteristica: buona tenuta su fondali rocciosi e ripidi, grande efficacia nell’auto ferrata
Square Pear
Posted Image

Caratteristica: ottima tenuta su fondali rocciosi ripidi, particolarmente indicato per la pesca a long range
Big Grippa
Posted Image

Caratteristiche: ottimo per avvolgerci la pastura o mix bagnati
Method Feeder
Posted Image Posted Image

NODI

DA USARE PER LEGARE LA GIRELLA
Uni knot
Posted Image
Palomar
Posted Image
Clinch
Posted Image
Improved clinch
Posted Image

DA USARE PER LEGARE LO SCHOCKLEADER
Blood knot (nodo di sangue)
Posted Image
Allbright knot
Posted Image
Competition knot
Posted Image

IL LEAD CORE
La funzione di questo materiale è quella di:
- evitare che il finale si aggrovigli durante il lancio (grazie alla sua rigidità superiore a quella di treccia e nylon);
- tenere il terminale a contatto col fondale (grazie al peso della sua anima in piombo);
- resistere allo sfregamento con gli ostacoli presenti sul fondale e durante il combattimento (grazie alla sua componente esterna in trecciato).
IMHO per le lunghe distanze un lungo tubicino in silicone può essere una valida alternativa.

Per creare un asola, si dovrà innanzitutto rimuovere una parte della’anima di piombo all’interno del leadcore.
Posted Image
Volendo si può inserire una girella all’interno dell’asola per il collegamento del leadcore con la lenza madre, oppure semplicemente creare un’asola con la lenza madre (tanto grande da farci passare al suo interno anche piombo, terminale e innesco) e unire le due asole facendole passare rispettivamente una dentro l’altra.
21/01/1987 - Marco - lanciatore di ferraglia e ristoratore di carpe - 25 anni e tanta voglia di f...errare!
Posted ImagePersonal blog: http://marktheangler...n.blogspot.com/

#2 Jfish

Jfish

    Amministratore

  • Amministratori
  • 21785 Post:
  • LocalitàStresa - Lago Maggiore
  • Tecnica: Trotiera & Spin
  • Provenienza: Stresa (VB)

Postato 20 November 2010 - 14:16 PM

:applaus: :applaus: :applaus:
Resta in contatto con PescaNetwork anche sui nostri canali social:


Posted Image - Posted Image - Posted Image - Posted Image -

#3 gommato

gommato

    Moderatore di Sezione

  • Moderatori
  • 7705 Post:
  • LocalitàCittadino del mondo. (PC)
  • Tecnica: colpo
  • Provenienza: Zena
  • Anno di nascita:1967

Postato 20 November 2010 - 15:31 PM

complimenti MARCO
46 anni e tanta voglia di pinnuti
se vuoi contattarmi giancarlo67borreri@gmail.com

#4 Repele Dimitri

Repele Dimitri

    Repele Dimitri

  • Gold Member
  • 29182 Post:
  • LocalitàNuvolera (BS)
  • Tecnica: Mosca & c
  • Provenienza: Nuvolera (BS)

Postato 20 November 2010 - 19:10 PM

E bella li :)
Gli Amici Della Topa
http://dimibsfishing....wordpress.com/


La classe non è acqua ma prosecco! [cit.Repele Dimitri ]

#5 boilesafragola

boilesafragola

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 44 Post:
  • Tecnica: carpfishing
  • Provenienza: benevento

Postato 26 November 2010 - 01:36 AM

Volendo si può inserire una girella all’interno dell’asola per il collegamento del leadcore con la lenza madre, oppure semplicemente creare un’asola con la lenza madre (tanto grande da farci passare al suo interno anche piombo, terminale e innesco) e unire le due asole facendole passare rispettivamente una dentro l’altra.


io non consiglierei soprattutto ai neofiti di collegare leadcore e lenza madre con una girella......il motivo è semplice.....se rompo la lenza madre nel combattimento il piombo a causa della girella resterà attaccato alla montatura....di conseguenza la carpa con un piombo di 100-150gr è destinata a morte certa!!!!! :wink:

#6 The Legend

The Legend

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 21294 Post:
  • LocalitàOSTIANO CREMONA
  • Tecnica: al colpo
  • Provenienza: Ostiano

Postato 26 November 2010 - 07:53 AM

Complimenti bel lavoro :)
saluti

The Legend

#7 mdl87

mdl87

    Sgamberlato

  • Gold Member
  • 3839 Post:
  • LocalitàNovara (nebbia e zanzare)
  • Tecnica: Spinning & CF
  • Provenienza: Novara
  • Anno di nascita:1987

Postato 26 May 2011 - 15:07 PM

io non consiglierei soprattutto ai neofiti di collegare leadcore e lenza madre con una girella......il motivo è semplice.....se rompo la lenza madre nel combattimento il piombo a causa della girella resterà attaccato alla montatura....di conseguenza la carpa con un piombo di 100-150gr è destinata a morte certa!!!!! :wink:

giusta osservazione!
21/01/1987 - Marco - lanciatore di ferraglia e ristoratore di carpe - 25 anni e tanta voglia di f...errare!
Posted ImagePersonal blog: http://marktheangler...n.blogspot.com/

#8 lirenas

lirenas

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 25 Post:
  • Tecnica: surf casting
  • Provenienza: frosinone

Postato 07 November 2011 - 00:06 AM

ottimo lavoro

#9 Mattia94

Mattia94

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 44 Post:
  • Tecnica: Pesca alla trota
  • Provenienza: Milano ( MI )

Postato 25 June 2012 - 20:29 PM

Propio quello che mi servivaa....bravo bravo bravo grazie :)

#10 mdl87

mdl87

    Sgamberlato

  • Gold Member
  • 3839 Post:
  • LocalitàNovara (nebbia e zanzare)
  • Tecnica: Spinning & CF
  • Provenienza: Novara
  • Anno di nascita:1987

Postato 25 June 2012 - 22:38 PM

Propio quello che mi servivaa....bravo bravo bravo grazie :)

peccato per le immagini che non si riescono più a visualizzare...appeno ho tempo provvedo ad aggiornare il topic ;)
21/01/1987 - Marco - lanciatore di ferraglia e ristoratore di carpe - 25 anni e tanta voglia di f...errare!
Posted ImagePersonal blog: http://marktheangler...n.blogspot.com/

#11 Andreasox

Andreasox

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 54 Post:
  • Tecnica: Carpfishing
  • Provenienza: Casale di Scodosia (Pd)

Postato 26 June 2012 - 10:32 AM

A casa ho trovato una confezione con questi due particolari dentro, come va fatta la montatura??? :???: :???:

Posted Image

#12 Attila73

Attila73

    Tommy Carp Angler

  • Moderatori
  • 5863 Post:
  • LocalitàMolise - Trivento (CB) -
  • Tecnica: ledgering&C.F.
  • Provenienza: San Giovanni Incarico (FR)
  • Anno di nascita:1973

Postato 26 October 2012 - 15:52 PM

è una particolare girella che grazie proprio alla presenza di quella parte aperta in gergo è chiamata " a sgancio rapido "
consente infatti la rapida sostituzione del terminale sia quest'ultimo provvisto di asola; mi spiego meglio, al posto di annodare il finale direttamente alla girella collegata alla lenza madre andremo a praticare su questo capo un'asola tipo quella per l'hair rig
a seguire andremo a collocare l'asola nel gancio aperto non prima di aver infilato sul finale stesso il conetto in silicone (morbido) con la punta rivolta verso l'amo per capirci... fatto questo si fa scorrere il cono fino alla metà della girella ed il gioco è fatto


TommY
Posted ImageTEAM - Gotol - Carpfishing MOLISE

Il c.f. non e' solo uno sport ma una vera e propria filosofia. Un modo diverso di vedere la pesca: rispetto, salvaguardia, natura & release. NO FLY CARP, ma carpe libere in acque libere!


0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi