Jump to content

Raduno Ufficiale Oscasale (CR) - Il report!

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Conoscere il mare . Fenomeni e Morfologia.


  • Please log in to reply
9 risposte a questo topic

#1 Guest__*

Guest__*
  • Ospiti

Postato 12 April 2007 - 23:36 PM

Con questo, vorrei dare delle nozioni di base, non troppo approfondite, sui fenomeni connessi al mare e su come riconoscerne i vari aspetti, così come gli indicatori dei vari spot, finalizzati alla pesca.


- Le Maree. -

Col termine marea, inerente alla terra, si indica la deformazione del livello delle masse d'acqua marine per l'azione combinata delle forze agenti di uno o più corpi celesti su di un corpo celeste stesso.Sebbene vi siano due diverse teorie riguardo suddetto fenomeno (dovute a Newton e Darwin) all'unanimità esse attribuiscono l'avvenimento all'azione attrattiva combinata del sole e della luna sulla massa d'acqua marina.

La Marea si può distinguere in riflusso (o bassa marea), quando il livello delle acque cala ed in flusso (o alta marea), quando sale.L'alternarsi dell'alta è della bassa avviene ciclicamente ed in maniera omonima per tutto il globo.

Poichè questo fenomeno è strettamente connesso alla Luna in particolar modo (vista la sua minore distanza ,rispetto al Sole, con la Terra), il suo ciclo è condizionato proprio dal moto orbitante della Luna per cui ogni 24h e 50 min (ca.), giorno lunare medio, vi sarà il ripetersi di due flussi e due riflusso i quali, a loro volta, si alterneranno secondo uno schema fisso (alta - bassa - alta - bassa) ogni 12h e 25min.

Tuttavia, durante l'arco dell'anno solare, massime e minime non saranno del tutto omogenee per innalzamenti ed abbassamenti che avvengono in maniera massimale quando i tre corpi celesti, Luna Sole e Terra, sono allineati (Maree equinoziali o vive) corrispondenti ai periodi di luna nuova, ed in maniera minimale quand'è che la Terra con i due corpi celesti forma un angolo di 90° (Mree di quadrature) corrispondenti ai periodi del primo e dell'ultimo quarto.

In località in cui due bacini marini siano ravvicinati e prossimali alla costa, le maree generano delle correnti, che si diversificano da quelle marine poichè interessano tutta la massa d'acqua.


Nell'ambito della pesca, le maree influenzano senza ombra di dubbio la fauna marina, in particolar modo gli istinti dei predatori che, nei punti di massima e minima, danno il loro meglio.Sarà quindi buona cosa saper leggere le tabelle che riportano, con un margine d'errore ridottissimo (si parla di minuti o addirittura di secondi con tabelle di marea militari). Questo è un esempio di tabella delle maree, relativa alla zona di Civitavecchia.

http://www.apneamaga...p/civitavecchia

Purtroppo, non sono sempre reperibili tutte le località e, solitamente, si riportano quelle con una certa importanza a livello portuale. Secondo quanto detto, sarà un bene procurarsi la tavola delle maree relativa ad una località il più possibile vicina alla zona di pesca.



- Le Correnti Marine -


Col termine, si indica quello spostamento delle masse d'acqua marine non dovuto all'azione delle maree.Prevalentemente, il fenomeno avviene in mari aperti e profondi ma,talvolta, per alcune condizioni meteorologiche, esso è riscontrabile anche lungo la costa.

Le correnti marine possono essere permanenti (o stazionarie) quando si verificano in maniera ciclica e costante o semipermanenti (o stagionali) quando sono dovute ad una particolare combinazione di eventi meteorologici.

In relazione alla profondita si distinguono in correnti superficiali (dalla superficie ai 200 mt di profondità), interne (al di sotto dei 200 mt. di profondità) e di fondo (radenti il fondale marino).Nell'ambito della pesca, indicativamente, sono interessanti le correnti superficiali.

Le correnti marine possono essere causate, oltretutto, dalla differenza di temperatura di due masse d'acqua attigue, in cui la massa fredda si sposta verso la massa calda.

In relazione alle cause a cui si deve la formazione delle correnti marine, esse possono essere divise in

Correnti di GRADIENTE,dovute ad una diversa inclinazione delle masse d'acqua, causata da una diversa pressione atmosferica e dalla spinta del vento sulla superficie (In tal caso, in mare aperto queste correnti sono di modesta intensità e quasi irrilevanti mentre lungo la costa,in presenza di vento da mare, con l'impossibilità delle masse d'acqua di defluire verso il largo, si generano correnti anche molto forti parallelamente alla linea di costa) o da una differenza di densità dovuta ad una differente salinità ed irraggiamento solare (che interessano unicamente lo strato interno della massa d'acqua).

Correnti di DERIVA, generate unicamente dall'attrito fra masse d'aria in movimento e superficie dell'acqua che interessa prevalentemente la zona superficiale del mare e la cui intensità è circa l'1.5% del vento che le genera.


Le correnti si muovono secondo una direzione precisa e, solitamente, seguendo semirette.Le correnti di gradiente si muovono verso zone con valori maggiori verso zone con valori minori mentre le correnti di deriva seguono la direzione del vento che le genera, con una deviazione che, al massimo, è di 20°.

Le correnti sono fondamentali per la pesca ed in particol modo se si vogliono insidiare i predatori. La minutaglia, di fatti, tende a spostarsi in relazione a queste correnti e, saperne riconoscere la direzione di propagazione, significa poter individuare la zona adatta di pesca


- I moti ondosi -

Con moto ondoso si indica la propagazione delle masse d'acqua in forma d'onda. Il moto ondoso marino può essere generato da diversi fattori ma, massimalmente, la causa portante è rappresentata dai venti.
A grandi linee, venti di mare generano moti ondosi, mentre venti di terra tendono a spianare la superficie.


La lunghezza delle onde è dovuta alla conformazione del fondale. Esse, di fatti, interessano l'intera massa d'acqua e se generate a largo, tenderanno ad alzarsi in presenza di fondale più basso. Onde alte a riva sono indicative di profondità elevate nel punto in cui si generano, viceversa onde basse sono indicative di uno scarso fondale nel punto di generazione. Onde che si infrangono al largo indicano una secca, onde che nascono, crescono, decrescono e ricrescono verso riva, sono indicative di un canalone (punto in cui il fondale aumenta per poi diminuire)nel punto della seconda crescita ed eventuali successive.
Onde che schiumano prima della riva, indicano una scogliera sommersa non troppo profonda.

Massimalmente, il ciclo del moto ondoso si perpreta per 4 giorni in cui il mare nasce nel primo giorno (ossia, iniziano le prime onde), cresce nel secondo (in cui le onde aumentano d'intensità ed altezza), scade nel terzo (inizia a dimiuire l'altezza e l'intensità delle onde) e muore nel quarto (ossia, si calma definitivamente).

Per la pesca di determinati predatori e ruminanti il ciclo dei moti ondosi è fondamentale. Al termine della scaduta, ad esempio, la spigola, il serra è la ricciola sono assidui frequentatori della zona in cui, prossimalmente alla costa, così come quei pesci assidui frequentatori del fondale, come ad esempio l'orata e la mormora, poichè l'agitazione del mare,muovendo il fondale, ha prodotto un'invtante mangianza. Oltretutto, la scaduta ci indica il momento adatto per il surf casting.


- La morfologia del fondale e delle acque -

Fondamentale per sapere quale spot è adatto per questa o quella tecnica è la conoscenza della morfologia delle acque e dei fondali.

Il Fondale
Prendendo come preziose le nozioni relative al moto ondoso, esposte prima, siamo in grado di capire la disposizione dei canaloni, degli alti e bassi fondali e delle scogliere ma un occhio attento è fondamentale.
Consiglio,in questo, di dotarsi di occhiali polarizzati che, annullando il riflesso sull'acqua, permettono una migliore osservazione.
Con mare calmo, andremo ad individuare, grazie alla diversa intensità di colore sulla superficie, le scogliere attigue alla costa, nel caso dovessimo pescare in uno spot per la prima volta ed i moti ondosi non ci venissero in aiuto. Un colore tendente al blu scuro, di fatti, indica la presenza di una scogliera sommersa mentre, gradazioni più chiare, ci danno una percezione della diversità di fondale dove, una minore intensità, ci indica un fondale più basso.
Con mare mosso, sempre mediante l'osservazione del colore dell'acqua, sapremo dire se il fondale è roccioso, sabbioso o fangoso. Mare mosso con acqua dal colore tipicamente azzurro ci indica un fondale roccioso, con colore tendente all'avana ci indica un fondale fangoso (poichè, perchè propriamente più denso, è smosso meno facilmente dai moti convettivi) ed un'avana più intenso ci indica un fondale sabbioso.


Le acque
Anche la conoscenza delle acque è fondamentale ed in questo si deve osservare con attenzione lo spostamento della massa d'acqua sulla superficie. Così,volendo pescare su di una foce, alla ricerca dei predatori (i quali prediligono giri di corrente ed acque "sporche"), acque con colorazioni più lontane da quelle tipicamente marine e vortici ci indicheranno acque "sporche" e rigiri di corrente.
Sulla costa, la direzione del vento ci indicherà, in presenza, la direzione della corrente ed il brulicare dell'acqua, così come il volo radente degli uccelli, ci rassicurerà riguardo la presenza della minutaglia sulla superficie. Spostamenti rapidi e scomposti di questi, oltretutto, saranno indicatori della presenza di pesci predatori.

#2 Mirko Salabracco

Mirko Salabracco

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 6774 Post:
  • LocalitàVerona
  • Tecnica: mosca
  • Provenienza: Verona

Postato 13 April 2007 - 08:05 AM

.....OTTIMO!

hola

#3 springbxl

springbxl

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 549 Post:
  • LocalitàFrancavilla al Mare

Postato 13 April 2007 - 12:46 PM

Ben fatto se hai anche nozioni sul vento e masse d'aria sulla superficie marina lo completi alla grande.
BRAVO! :wink:

#4 Repele Dimitri

Repele Dimitri

    Repele Dimitri

  • Gold Member
  • 29182 Post:
  • LocalitàNuvolera (BS)
  • Tecnica: Mosca & c
  • Provenienza: Nuvolera (BS)

Postato 13 April 2007 - 12:48 PM

Grazie e ancora grazie delle tue nozioni :2thumbs:
Gli Amici Della Topa
http://dimibsfishing....wordpress.com/


La classe non è acqua ma prosecco! [cit.Repele Dimitri ]

#5 Davide

Davide

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 1042 Post:
  • LocalitàBergamo
  • Tecnica: Tocco & Spinning
  • Provenienza: Bergamo

Postato 13 April 2007 - 14:09 PM

Mi fai venire voglia di fare una puntatina al mare domenica!! :) :D

#6 Guest_Scarlet_*

Guest_Scarlet_*
  • Ospiti

Postato 13 April 2007 - 23:21 PM

Ragassuolo lei mi stupisce ancora!!!! :P :D
Ora sono super accessoriata per pescare al mare, tieniti prontooooooooooooo!!! :D

#7 alfanera166

alfanera166

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 46 Post:
  • LocalitàSandrigo
  • Tecnica: barca
  • Provenienza: vicenza

Postato 09 November 2009 - 19:50 PM

bravo ma studi oceanica e maree ? complimenti davvero vedo che conosci il mare ciao da nadir

#8 yuno

yuno

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 22 Post:
  • Tecnica: surfcasting
  • Provenienza: Caulonia Marina (RC)

Postato 10 February 2012 - 00:02 AM

grandissimo post!! è stato davvero utile e molto chiaro! anche se ancora non ho capito bene come individuare i canaloni almeno ora ho capito cosa sono!
poi domanda bisogna mettersi, in genere, dove il fondale è più profondo o dove è più basso?
in più aggiungo un link di un programmino che permette di controllare la bassa e l'alta marea purtroppo è sempre rispettivo alle tabelle dei porti, ma magari potreste trovarlo utile lo scarichi da qui

#9 Giovanni Gianfriddo

Giovanni Gianfriddo

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 536 Post:
  • LocalitàSicilia
  • Tecnica: Spinning
  • Provenienza: Pachino (SR), Sicilia
  • Anno di nascita:2001

Postato 06 July 2015 - 08:36 AM

Bravissimi continuate cosi!
W
Pupo

#10 Salvo

Salvo

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 26 Post:
  • Tecnica: Surfcasting
  • Provenienza: Agropoli

Postato 17 April 2018 - 11:33 AM

Bellissimo... :-)  :-)




0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi