Jump to content

REPORT raduno primaverile 13-14 aprile - Laghi HappyVaia (BS)

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

Lago di Mezzola....40 anni fa'...


  • Please log in to reply
2 risposte a questo topic

#1 Repele Dimitri

Repele Dimitri

    Repele Dimitri

  • Gold Member
  • 29182 Post:
  • LocalitàNuvolera (BS)
  • Tecnica: Mosca & c
  • Provenienza: Nuvolera (BS)

Postato 20 March 2009 - 17:45 PM

Lago di Mezzola ...40 anni fa'...by Giordaloco

Mi era giunta voce che nel lago di Mezzola stavano facendo bottino di lucci e bottatrici , per cui non potevo perdere l'occasione , telefono ad un amico e ci accordiamo per passarci un fine settimana. E' Gennaio, ma si sa quando si è giovani il freddo non è un impedimento.
Adesso mi serve il vivo ; bei tempi quelli , quasi tutti i negozi avevano la loro vaschetta con l'acqua corrente piena di minutaglia varia , e i più attrezzati ne avevano ben due , una col pesce bianco e l'altra con carpette e tinchette; Mi sveno e riempio due capaci contenitori con un pò di tutto.
Venerdì sera , incontro il mio amico e decidiamo di partire subito , pernotteremo a casa mia a Torriggia sul lago di Como e poi via all'avventura; come arriviamo la casa sembra la succursale del polo nord ; butto il vivo nella vasca da bagno e accendo un paio di stufetta a gas nella camera da letto, tanto è solo per la notte ; un paio di panini e una bottiglia di vino ci preparano per la gelida notte.
All'alba ramazziamo il vivo dalla vasca , qualcuno è morto , ma lo teniamo per le bottatrici ; e partiamo su quella strada maledetta dove in alcuni punti non passa più di una macchina e mezza.
Si arriva al Mezzola e ci presentiamo ad una trattoria che ha anche camere e affitta barche ; scarichiamo la rebunza in camera , pucciamo i cestelli in acqua e ci facciamo consegnare una barca ; il padrone dell'osteria ci trascina dove ha una vasca e quasi ci prende un colpo : un luccione di oltre un metro ci guarda dalla vasca !!! Buttiamo le canne in barca e viaaaa !!!
Due canne a fondo e due a galleggiante che sfiorano i canneti , per un pò non succede nulla , poi una di quelle a fondo parte delicatamente , ferrata e un persichetto da una spanna e mezzo arriva boccheggiando ; intanto sui cimini si stanno formando delle stalattiti di ghiaccio e anche i miei piedi non stanno meglio ; finalmente sorge il sole e ci scalda un pò le ossa , ma a mezzogiorno, oltre ad un paio di bottatrici che non arrivavano a mezzo chilo non vediamo altro.
Decidiamo di ancorarci e provvedere al rifocillamento : un paio di panini al lardo , forniti dall'albergatore ed una bottiglia di vino compiono l'opera ; mentre stiamo per ripartire ci arriva alle orecchie un rumore strano : un vruuummmm vrummmm , nemmeno il tempo di realizzare e uno stormo di cigni , non meno di una dozzina ci passa sopra in volo a bassa quota ; non più di un paio di metri ; il rumore è impressionante , sembrano dei bombardieri ; ci rimettiamo dalla sorpresa e ricominciamo a pescare ma senza nessun risultato; ma dove son finiti i tanto decantati lucci ???
La sera ci rifacciamo alla grande con una mega polenta con uccelli scappati e luganega seguita da un dessert di polenta con gorgonzola e burro , tutte cose leggerine ; ben rimpinzati decidiamo di mettere a fondo e due o tre bottatrici non si fanno pregare .
E' quasi mezzanotte e stiamo meditando di andare in branda quando qualcosa fa partire il tappo che mi serve da segnalatore , ferro e qualcosa che mi sembra degno di una lotta strattona dall'altra parte ; son sicuro che stavolta la big è arrivata , si comporta in modo strano , tanto che mi sorge il dubbio che possa essere un'anguilla , poi finalmente affiora rotolando , è una bottatrice , bella ma nulla di eccezionale , quando mi accingo a slamarla ecco la sorpresa, mica aveva abboccato , si era impiccata , spiegato perchè tirava tanto e in modo strano.
La mattina dopo siamo di nuovo in pesca e nella prima ora gli esocidi non si fanno pregare ; tre mezzanelli sui due tre chili vengono salpati e ributtati; mentre sto salpando l'ultimo un urlo quasi mi fa finire in acqua ; stanno sgozzando qualcuno , almeno questa è la mia impressione; finisco il recupero e via coi remi a cercare di vedere cosa stia succedendo e chi sia il responsabile di tali versi : davanti ad una cascina è svelato l'arcano : stanno ammazzando un maiale che non vuole collaborare molto ; seguiti dalle urla riprendiamo la pesca , ma ormai il momento magico è passato.
Sono quasi le tre del pomeriggio e si avvicina il momento del rientro , siamo un pò delusi , ci spettavamo il big ed è venuta fuori solo minutaglia ; va bene che mia nonna trasformerà le Lota Lota in un gustoso umido con piselli , ma noi eravamo venuti con ben altre idee in testa.
Monto sulla canna a galleggiante una gobba di una dozzina di centimetri , lancio a filo canneto e aspetto senza nessuna speranza ; il galleggiante si muove lentamente ma non ci faccio caso , sicuramente la vispa carpetta sta facendosi un giretto , ma ecco l'accelerata e l'affondata , un paio di secondi e ferro , il ragazzo c'è e sembra ben disposto alla lotta, spero solo di riuscire ad evitare che che si infraschi fra i canneti , ognuno tira dalla sua parte , io per la cattura e lui per la pelle ; finalmente cede e docilmente viene sotto barca , lo so che sono furbi , e pertanto mi mantengo vigile , per esperienza so quanto possano essere xxx in ultimo , e infatti ecco che riparte cattivo come non mai , per fortuna la frizione è al punto giusto e tutto regge ; la seconda volta il guadino è già in acqua e lui non si accorge nemmeno di entraci , è mioooo !!!
Non sarà il mostro del lago , ma una dozzina di chili lo è per certo , lo scopo è raggiunto ; col senno del poi , molto poi sarebbe stata una bella cosa rilasciarlo , ma all'epoca il C&R era sconosciuto , si rilasciavano quelli piccoli solo per non aver problemi nel doverli portare a casa e cercare chi li volesse.
Non si usavano le macchine fotografiche e men che meno le si portava al seguito , troppo rischioso che la preziosa macchina finisse in acqua; l'unico modo per non essere preso per contaballe era tirarsi dietro l'esemplare e gloriarsene al bar , al negozio di pesca e con tutti quelli che si poteva raggiungere ; meno male che tale abitudine , almeno per una buona parte di noi, è finita da un pezzo.
Il ritorno fu trionfale, fermata al bar di Argegno, Torriggia, Carate per quanto riguarda il lago e il bar e il negozio di pesca il giorno dopo a Milano ; la povera bestia finì i suoi giorni in gloria culinaria in una cena famigliare.
Certo che ai tempo il pesce non mancava e in certe zone i 4 -5 lucci giornalieri erano la norma ; però , o per via delle esche sottodimensionate usate o delle attrezzature alquanto raffazzonate i Big erano difficili da vedere, le rotture erano all'ordine del giorno
Gli Amici Della Topa
http://dimibsfishing....wordpress.com/


La classe non è acqua ma prosecco! [cit.Repele Dimitri ]

#2 keyro

keyro

    Fish-On!!!

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 919 Post:
  • LocalitàRoma
  • Tecnica: spinning
  • Provenienza: Roma

Postato 14 May 2012 - 13:28 PM

che spettacolo!!

-RoB-


#3 The Legend

The Legend

    Utente registrato

  • Gold Member
  • 20979 Post:
  • LocalitàOSTIANO CREMONA
  • Tecnica: al colpo
  • Provenienza: Ostiano

Postato 14 May 2012 - 18:24 PM

Bel racconto
saluti

The Legend


0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi