Jump to content

REPORT Raduno Feriolo - 28/29 settembre 2019

PescaNetwork.it il sito di riferimento sulla Pesca Sportiva. Tutte le informazioni su: Tecniche, Itinerari, Attrezzature, Documenti e News sulla Pesca. - - -

Foto

Materiali per iniziare a costruire


  • Please log in to reply
4 risposte a questo topic

#1 carlo alberto

carlo alberto

    bon da niente

  • Gold Member
  • 1126 Post:
  • LocalitàVerona city
  • Tecnica: spinning e mosca
  • Provenienza: verona

Postato 10 January 2010 - 18:13 PM

I MATERIALI PER INIZIARE LA COSTRUZIONE DI MOSCHE

Per avventurarsi nell'infinito mondo della costruzione di mosche artificiali è bene identificare da subito i materiali “essenziali”. Poi pian piano, con i progressi nella manualità e nella passione per la costruzione ci si inizierà a guardare intorno e si cercheranno materiali un po' dappertutto dentro e fuori casa.
Questa è una breve panoramica su tutto ciò che serve al novello pescatore a mosca che ha intenzione di iniziare a costruirsi le proprie esche. Ecco i materiali che ci consentiranno di costruire una discreta varietà di mosche per affrontare un gran numero di situazioni di pesca e di pesci da insidiare.
La spesa iniziale del pam neofita dovrebbe comprendere materiali validi per più di un tipo di mosche in modo da non riempire la scatola con troppi materiali che rischiano di rimanere inutilizzati.

LA SPESA INIZIALE

La lista della spesa di un pam che vuole iniziare a costruire le sue prime mosche quindi potrebbe essere la seguente:

2-3 bobine di filo di montaggio (colori suggeriti nero, marron scuro, giallo)
1 collo di gallo brown
1 collo di gallo grizzly
qualche bustina di cdc colore natural e marron chiaro
pelo d'alce
1 piuma pavone (“l'occhio”)
1 maschera lepre
1 piuma di fagiano maschio
1 bustina di pernice
del dubbing sintetico di vari colori (vedere la sezione "DUBBING")
piume di marabou colore suggerito nero ( se si ha intenzione di costruire qualche streamer)

Ovviamente la lista non è tassativa e può essere ampliata man mano che si inizia a prendere confidenza con la costruzione e con le diverse tipologie di montaggio.

Ecco una sintetica descrizione sulle caratteristiche principali di questi materiali per capire come poterli sfruttare al meglio e come verranno posizionati nella costruzione delle nostre mosche.

Il filo di montaggio

Posted Image

Posted Image

Il filo di montaggio è lo strumento con cui provvederemo all'assemblaggio dei vari
materiali sull'amo.
In alcuni tipi di mosche potremo usare il filo stesso per fare il corpo.
Ce ne sono un'infinità di modelli, di colori e di spessori diversi.
Alcuni tipi di filo sono formati da un'unico filo continuo, altri sono formati da un intreccio di più fili (detti “multifilati”) infatti ce ne accorgiamo perchè tendono ad “aprirsi”.
Lo spessore dei filati si misura con valori indicati da numeri che più sono alti, più indicano un minor diametro del filo. Ad esempio un filo di misura “3/0” è più grosso di un filo di misura “6/0”.
Per iniziare a costruire ci serviranno fili intorno allo 6/0 o 8/0.
Per mosche specifiche come esche di grosse dimensioni serviranno fili di più grosso diametro.

(foto bobina con indicazione diametro)


le piume del gallo ("cock")

Le piume del gallo sono uno dei materiali basilari per la costruzione delle mosche.
Vengono avvolte attorno all'amo in modo che le fibre si aprano e formino le “hackles”, che sono il punto di appoggio della mosca sulla superficie dell'acqua grazie alle quali è possibile il galleggiamento.


Foto hackles mosca
Posted Image


Le piume del gallo possono essere inoltre usate per realizzare le code di alcuni tipi di mosche e per formare le ali.
Anche il calamo della piuma (cioè la “piuma spelata”) può essere utilizzato avvolgendolo intorno all'amo per fare il corpo di acune mosche.

Ci sono diverse qualità di piume di gallo, l'importante è che le fibre che compongono ogni piuma siano molto numerose.

foto piuma con fibre numerose (di buona qualità)
Posted Image

foto piuma con fibre meno numerose (qualità inferiore)
Posted Image

Le piume di gallo vengono vendute in due formati principali: il collo e la sella.
Il collo di gallo, come dice il nome, è costituito dal collo del gallo ed è formato da piume di diversa grandezza che ci serviranno per costruire mosche di diverse dimensioni: hackles più corte verso la testa e hackles più lunghe verso il centro.

foto collo di gallo colore "dun"
Posted Image

Foto collo con indicazione fibre (si vedono le piume di diverse dimensioni)
Posted Image

La sella di gallo (cioè la spalla del gallo) ha invece la caratteristica di essere formata da piume molto lunghe e tutte della stessa dimensione dalla base alla punta.
Consentono di costruire una minore varietà di grandezza mosche ma tutte della stessa misura senza doversi affannare alla ricerca di piume “uguali”.

Foto sella colore grizzly
Posted Image

particolare delle piume di sella : tutte della stessa dimensione
Posted Image

le piume della gallina ("hen")

Le piume della gallina sono diverse da quelle del gallo. Le fibre sono più morbide e sono indicate per la costruzione delle hackle delle sommerse, che devono lavorare sotto il pelo dell'acqua.
foto sommersa gallina
Posted Image

le piume della pernice ("partridge") e del germano ("mallard")

Le piume della pernice e del germano sono utilizzate per costruire le zampe, le ali e anche le code di alcune mosche sommerse, di ninfe e di alcune mosche secche.
Hanno colore “screziato”, cioè con striature nere e marroni, e le fibre in acqua creano un movimento molto attraente per i pesci.

Foto piume pernice
Posted Image

foto piume germano
Posted Image

foto sommersa
Posted Image

foto sedge con ali in piuma di germano
Posted Image

le piume del marabou

Le piume del marabou sono grandi e morbide. In acqua fluttuano molto bene in modo sinuoso.
Vengono utilizzate per costruire grosse mosche tipo streamer, utilizzando ciuffi di fibre sia per fare le code sia per costruire il corpo.
Si trovano in moltissimi colori.

Foto marabou
Posted Image

foto di un "wolly bugger", uno degli streamer più efficaci, realizzato in marabou nero (corpo e coda)
Posted Image


le piume della coda di fagiano (in inglese chiamato pheasant)

Sono un materiale fondamentale per la costruzione dei corpi, delle code e delle “sacche alari” delle ninfe, ma vengono usate anche per alcuni corpi delle mosche secche.
La loro principale caratteristica è avere fibre lunghe, morbide e con una “peluria” particolare.

Foto piuma fagiano
Posted Image


foto fibre fagiano
Posted Image

particolare della peluria della fibra di fagiano
Posted Image


foto ninfa in fagiano
Posted Image

foto secca corpo fagiano
Posted Image

le piume del pavone (in inglese “peacock”)

Posted Image
Le piume del pavone sono molto lucenti e hanno riflessi metallici verde e azzurro.
Vengono utilizzate per realizzare il torace e il corpo di alcune ninfe e mosche secche.
Inoltre il calamo della piuma spellata del pavone (detto “quill” di pavone) è molto usato per fare i corpi delle mosche secche (delle effimere) avvolgendolo a spire attorno al gambo dell'amo.

foto piuma pavone "occhio"
Posted Image

particolare delle fibre del pavone
Posted Image

foto mosca con corpo in pavone: la classica "red tag"
Posted Image

foto mosca corpo in quill
Posted Image

le piume di oca ("goose") e tacchino ("turkey")

Le piume d'oca e di tacchino sono costituite da fibre (biot) molto grosse e abbastanza rigide.
Il loro utilizzo è principalmente per i corpi di mosche emergenti, secche e ninfe, avvolgendo una fibra attorno al gambo dell'amo.
Vengono usate anche per formare le ali dei plecotteri.


Foto biot oca
Posted Image

foto particolare fibra biot
Posted Image

foto corpo in biot
Posted Image
Posted Image

Il cdc (cul de canard)

Il cdc è uno dei materiali più usati per la costruzione di mosche.
È costituito dalle piume della parte posteriore dell'anatra e la piuma è formata da piccole fibre che hanno la capacità di intrappolare l'aria consentendo eccezionale galleggiabilità.
Se ne trovano di moltissime varietà in commercio, dai pacchi “giganti” a piume selezionate.
Una piuma di buona qualità la si riconosce dal calamo sottile e dal numero e dalla lunghezza delle fibre.
Ce ne sono di tantissimi colori, piume naturali e piume tinte.
Il cdc viene utilizzato in tantissime varianti di montaggio, serve per fare ali, per essere avvolto come hackles, per formaree sacche alari.

Foto piuma cdc
Posted Image

foto mosca secca con ali in cdc
Posted Image

foto emergente fatta interamente con una piuma in cdc
Posted Image


i peli di alce (in inglese “elk”) e cervo (in inglese “deer”)

I peli di alce (più lunghi e grossi) e quelli di cervo (più fini e corti) hanno un'elevata capacità di galleggiare sull'acqua.
Vengono utilizzati principalmente a mazzetti per realizzare ali delle mosche, code oppure corpi.
Sono molto fragili e rischiano di rompersi se si stringe con troppa tensione il filo di montaggio.
Sono disponibili sia colorazioni naturali che peli tinti in colori di fantasia.
È utile l'uso del pareggia peli.

Posted Image

particolare pelo d'alce
Posted Image

foto pelo cervo i due colorazioni: giallo e verde oliva
Posted Image

foto sedge alce
Posted Image



maschera di lepre (“hare”)

il pelo di lepre è un materiale di cui si fa larghissimo uso per realizzare corpi, toraci e collarini di ninfe e mosche secche. Va tagliato e avvolto come dubbing al filo di montaggio sia normalmente sia con il sistema del “dubbing ad asola”.
Sono in commercio anche bustine di pelo di lepre già tagliato e anche in diversi colori.
L'ideale è una maschera di lepre (cioè il muso vero e proprio della lepre con le orecchie) da cui possiamo ricavare un bel po' di colorazioni perchè ha moltissime sfumature del pelo ritagliando di volta in volta la quantità necessaria a preparare il dubbing.

Foto maschera lepre naturale
Posted Image
particolare del pelo di lepre
Posted Image

foto grhe: una classica ninfa in pelo di lepre
Posted Image

pheasant tail con collarino lepre
Posted Image

Materiale per appesantire
- palline in tungsteno, ottone
- filo di piombo
- filo di rame


Posted Image
Alcuni tipi di mosche , le ninfe (ma anche gli streamer), vanno appesantite per poter farle lavorare a contatto con il fondo o comunque al di sotto della superficie dell'acqua, si tratta di imitazioni di larve di insetti che vivono tra le rocce del fondo tutta o solo una parte della loro vita per poi nuotare verrso la superficie e trasformarsi in insetti alati.
Per la piombatura delle ninfe si possono utilizzare diversi accorgimenti:

- inserire una pallina di ottone, o tungsteno (un metallo più pesante del piombo): ce ne sono di diverse misure da scegliere a seconda delle dimensioni dell'amo e del peso che vogliamo dare alla nostra ninfa (le misure fanno riferimento al diametro della sferetta quindi 2 corrisponde a un diametro di 2 millimetri)
Posted Image

- avvolgere del filo di piombo intorno al gambo dell'amo (ci sono fili di diversi diametri, i più usati sono lo 0,10 mm e lo 0,15 mm)
Posted Image
e
Posted Image

- utilizzare un leggero appesantimento attorcigliando del filo di rame intorno al corpo (per ninfe che lavorino a mezz'acqua)



Se siete arrivati fino in fondo alla lettura di questo articolo introduttivo senza addormentarvi e leggendo tutto quanto vuol dire che siete davvero interessati ad iniziare quest'avventura splendida e avvincente che è la costruzione delle mosche artificiali. Buona fortuna e...buon lavoro quindi!



NOTE
Il testo è stato interamente scritto da carlo alberto, cercando di utilizzare un linguaggio semplice e comprensibile a tutti e in particolare a chi si accosta per la prima volta al mondo della costruzione delle mosche artificiali. Per termini ed espressioni più tecniche e specifiche si rimanda ad articoli scritti da personaggi più esperti.
Le foto sono state tutte realizzate da carlo alberto e mirko, sperando che siano il più possibile chiare e "comprensibili".Alcune mosche e gran parte dei materiali sono stati gentilmente messi a disposizione da mirko.
"Gli dei non sottrarranno agli anni di vita concessi agli uomini il tempo passato a pescare"
Silver Salmon Club Verona
Posted Image

#2 Guest_Ema.sere_*

Guest_Ema.sere_*
  • Ospiti

Postato 23 June 2012 - 18:08 PM

complimenti, veramente tanti complimenti!!

#3 Kobretti

Kobretti

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 3628 Post:
  • Località...
  • Tecnica: ....
  • Provenienza: ....

Postato 23 June 2012 - 18:12 PM

ma vah che bella guida finalmente e anche pinnata :mrgreen: grande CA :mrgreen: :mrgreen:

#4 Nico97

Nico97

    Only C&R

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 2041 Post:
  • LocalitàSan Martino Buon Albergo
  • Tecnica: Mosca
  • Provenienza: Verona

Postato 04 April 2013 - 20:36 PM

Vorrei ricordare a tutti questa fantastica guida...

 

Complimenti Carlo!!!  :up:


Una TROTA è troppo preziosa per essere pescata soltanto una volta! Posted Image

#5 dade979

dade979

    Utente registrato

  • Utenti registrati
  • PipPipPipPipPip
  • 6887 Post:
  • Località
  • Tecnica:
  • Provenienza:

Postato 04 April 2013 - 22:22 PM

Perché me la ero persa? ???
Comunque grande CarloAlberto ;)


0 utenti stanno leggendo questo topic

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi